Non posso far fronte a debiti con una banca - Cosa mi consigliate?

Sette anni fa ho acquistato un piccolo appartamento con un mutuo bancario: tre anni fa ho ottenuto dalla stessa banca un finanziamento per un affare che purtroppo è andato male. L'hanno successivo, inoltre sono iniziate gravi difficoltà finanziarie per carenza di lavoro (ero un autonomo) ed ora mi trovo in assolute ristrettezze.

Riguardo al fido ho avuto dalla banca una moratoria che scadrà fra quattro mesi.

Preciso che fino all'insorgere dei problemi ho pagato puntualmente tutte le rate e che sono stato cliente della banca per tredici anni senza alcun problema.

Il mio indebitamento complessivo con questa banca ammonta a circa 40.000 euro di cui 5.000 scaduti. Ho inoltre un debito di poche centinaia di euro con una finanziaria.

Al momento non sono assolutamente in grado di far fronte a questi impegni e le prospettive sono tutt'altro che rosee perché sono una persona anziana e nella vita, lavorando sempre come free-lance, ho avuto molti alti e bassi che mi portano ad affrontare la vecchiaia senza la sicurezza di un minimo di pensione.
La mia compagna è nella stessa situazione. Mia figlia ha dovuto lasciare l'università perché non era possibile sostenere le spese e non trova lavoro.

Cosa fare?

Sono stato contattato da un'incaricata di un'agenzia di recupero crediti che mi ha trattato come fossi un criminale, ma questo non stupisce.
Quello che Vi chiedo è un consiglio su come affrontare questa situazione. E' chiaro che il piccolo appartamento che avevamo acquistato ( che non può neanche essere affittato o abitato perché avrebbe bisogno di una ristrutturazione che non siamo stati in grado di fare ) alla lunga se lo prenderà la banca, ma non hanno voluto considerare l'ipotesi di prenderlo direttamente a fini transattivi.

Vorrei inoltre sapere se ha un senso pensare di ricorrere all'assistenza legale gratuita quando la banca dovesse avviare delle azioni.

La soluzione ideale ai suoi problemi, vista anche la disponibilità a privarsi dell'appartamento di proprietà, quantunque versi in cattive condizioni, è quella ricorrere al giudice del Tribunale territorialmente competente ex legge 3/2012 per la composizione delle crisi da sovraindebitamento, proponendo la liquidazione del suo patrimonio.

Questo link consente di accedere al registro gestito dal Ministero della Giustizia dove è possibile reperire l'elenco degli organismi abilitati alla composizione della crisi da sovraindebitamento, nonché tutti i dati di contatto, per ottenere adeguata assistenza nella presentazione di un'istanza di liberazione dai debiti presso il Tribunale territorialmente competente.

26 giugno 2018 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

sovraindebitamento e legge per la composizione delle crisi da sovraindebitamento - esdebitazione o esdebitamento

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Assegno » Cosa è il benefondi e cosa accade se l'informazione fornita dalla banca si rivela errata
Per "benefondi" si intende la prassi interbancaria di richiedere e dare conferma circa l'esistenza di una sufficiente provvista in relazione al pagamento di un assegno in conto corrente. Trattandosi di accertamento informale, il benefondi non può essere invocato allo scopo di farne discendere un obbligo immediato di accreditamento sul conto ...
Debiti e recupero crediti – cose che succedono quando non si seguono le procedure consigliate
Innanzitutto deve accertarsi che il soggetto a cui effettua i pagamenti sia legittimato alla riscossione del debito. Occorre dunque che le venga trasmessa copia conforme della documentazione attestante la cessione dei diritti dal creditore originario al soggetto giuridico con cui sta perfezionando il concordato. ...
Ribadita la nullità del contratto 4 YOU con concessione ai clienti di mutuo per acquisto di prodotti finanziari di Banca 121 (poi confluita in Banca Monte dei Paschi di Siena)
Contrasta con i principi generali di tutela del risparmio e l'incoraggiamento delle forme di previdenza anche privata, quello perseguito mediante un contratto atipico fondato sullo sfruttamento delle preoccupazioni previdenziali del cliente da parte degli operatori professionali mediante operazioni negoziali complesse di rischio e di unilaterale riattribuzione del proprio rischio d'impresa, ...
Rateazione Equitalia - per debiti fino a 50 mila euro possibile chiederla con semplice richiesta motivata
Passa da 20 a 50 mila euro la soglia massima che permette di chiedere la rateizzazione con una semplice richiesta motivata.  E' possibile ottenere fino a 72 rate (6 anni), fermo restando che l'importo di ciascuna rata dovrà essere pari almeno a 100 euro. Per gli importi superiori resta invece ...
Centrale dei rischi Banca d'Italia (CR) » Cos'è a cosa serve e come funziona: guida per debitori
Abbiamo spesso sentito parlare di una centrale dei rischi gestita dalla Banca d'Italia, ovvero la cosiddetta CR: ma, nel dettaglio, cos'è, di cosa si occupa e come funziona? Scopriamolo nel prosieguo dell'articolo. La Centrale dei Rischi è la banca dati pubblica, gestita da Banca d'Italia ed istituita nell'anno 1962. La ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca