Non ho fatto la dichiarazione 730 dei redditi 2010 - Interessi di mora sulla somma portata dall'accertamento

Non ho fatto la dichiarazione dei redditi 2010 ed è arrivato da pagare un conto di 1600 euro! Non ho pagato perché non ho un lavoro e niente. Dopo 6 mesi a quanto può arrivare con gli interessi? La commercialista mi ha detto che l'importo potrebbe triplicarsi. Sono spaventata: è possibile una cosa del genere?

Lei non specifica quando è stata effettuata la notifica, né se le è stato notificato un avviso di accertamento da parte dell'Agenzia delle Entrate oppure una cartella esattoriale di Equitalia, nonchè la ripartizione fra imposta dovuta e sanzioni irrogate. Trattandosi di omessa dichiarazione dei redditi 2010, si tratta, molto probabilmente, di un avviso di accertamento immediatamente esecutivo.

Per quanto attiene l'avviso di accertamento sono dovuti gli interessi di mora (calcolati solo sulle imposte non versate e non sull'intero debito iscritto a ruolo, comprendente sanzioni e interessi) per ogni giorno di ritardo: il problema è che all'avviso di accertamento segue la cartella esattoriale o, nel caso di accertamento immediatamente esecutivo, l'affidamento ad Equitalia (dopo 90 giorni dalla notifica in caso di omesso pagamento nei primi 60).

Comunque, approssimativamente, un debito di 1600 euro, con gli interessi di mora semestrali applicati dal 1° gennaio 2016 al 30 giugno 2016, arriva a circa 1700 euro.

Per il mancato pagamento delle cartelle (o dell'avviso di accertamento immediatamente esecutivo) entro 60 giorni dalla data di notifica, sulle somme iscritte a ruolo, oltre agli interessi di mora per ogni giorno di ritardo, è dovuto anche il compenso spettante ad Equitalia (calcolato sul capitale e sugli interessi di mora) e tutte le eventuali ulteriori spese derivanti dal mancato (o intempestivo) pagamento della cartella.

A partire da gennaio 2016, se il debitore paga gli importi iscritti a ruolo entro 60 giorni la misura di tali oneri è pari al 3% di tali importi. Scaduti i 60 giorni, l'onere di riscossione sale al 6% delle somme iscritte a ruolo e degli interessi di mora.

Pertanto, dopo un semestre, il debito complessivo (compresi gli interessi di mora e l'aggio spettante ad Equitalia) dovrebbe aggirarsi intorno ai 1800 euro.

25 aprile 2016 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
cartelle esattoriali Equitalia o ADER
interessi di mora Equitalia o ADER

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Dichiarazione redditi » Se il tuo commercialista dimentica di presentarla non devi pagare le relative more e sanzioni
Se il commercialista dimentica di presentare la dichiarazione redditi del proprio cliente, il contribuente deve pagare comunque le tasse ma non le more e le sanzioni per il ritardo. La dichiarazione redditi consegnata all'intermediario entro i termini e poi dallo stesso non trasmessa al fisco, non va considerata omessa. Rimane ...
Omessa presentazione della dichiarazione dei redditi - il contribuente non è esente da colpa per il solo fatto di aver incaricato un professionista per i relativi adempimenti
La violazione delle norme tributarie suscettibile di sanzione da parte della legge richiede che il comportamento addebitato sia posto in essere con dolo o anche colpa: il contribuente a cui venga contestata la mancata presentazione della dichiarazione dei redditi e l'omessa tenuta delle scritture contabili obbligatorie non può considerarsi esente ...
Dichiarazione redditi » Modello 730 e detrazioni interessi passivi mutuo
Dichiarazione redditi: Vi forniamo un piccolo vademecum contenente le principali regole per la corretta detrazione, nel modello 730, degli interessi sui mutui contratti per l'acquisto della prima casa. La prima casa è, senz'altro, il bene primario a cui gli italiani sono più legati, ma sul quale puntualmente ogni anno si ...
Prestiti con rimborso rateale - Per gli interessi di mora la capitalizzazione periodica è illegittima
Con specifico riferimento ai finanziamenti con piano di rimborso rateale, la legge prevede che, in caso di inadempimento del debitore, l'importo complessivamente dovuto alla scadenza di ciascuna rata può, se contrattualmente stabilito, produrre interessi a decorrere dalla data di scadenza e sino a quella di pagamento. Su questi interessi non ...
Rata del mutuo pagata in ritardo - non sono dovuti interessi di mora sugli interessi corrispettivi
Nei mutui ad ammortamento, compresi quelli fondiari, la formazione delle rate di rimborso, nella misura composita predeterminata di capitale ed interessi, attiene alle mere modalità di adempimento di due obbligazioni poste a carico del mutuatario, aventi ad oggetto l'una la restituzione della somma ricevuta in prestito e l'altra la corresponsione ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca