Mutuo con garanzia Eurofidi - Cosa accade se il debitore principale non paga

Abbiamo acceso un mutuo con garanzia da parte di eurofidi per l'80%.

Vorrei sapere ora che non riesco più a coprire la rata: la banca chiederà a Eurofidi di pagare, quest’ultimo lo farà e poi cosa succede?

Tenendo conto che e una snc?

Di solito questa tipologia di contratto di garanzia prevede il beneficio di escussione per il fideiussore: il creditore, cioè, deve preliminarmente tentare di escutere i debitori principali (i soci della snc) e solo successivamente, in caso di esito infruttuoso dell'azione rivolta nei confronti del debitore principale, può rivolgersi al fideiussore (eurofidi).

Quindi, in una prima fase, la banca chiamerà in causa i soci in nome collettivo (che, come noto, sono solidalmente e illimitatamente obbligati a rimborsare il mutuo) procedendo nel tentativo di pignoramento ed di espropriazione dei beni nella loro disponibilità.

In ogni caso, il fideiussore, una volta eventualmente escusso, avvierà azioni esecutive nei confronti dei soci della società in nome collettivo per la rivalsa.

20 marzo 2015 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

debiti - garante
fideiussione
fideiussione con beneficio di escussione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La garanzia nel recupero crediti - cosa succede al garante se il debitore principale non paga
Nell'attuale sistema economico, i soggetti (economici anch'essi) hanno bisogno di elementi di sicurezza - se non di certezza - per poter condurre i loro affari. Quest’esigenza ha creato e favorito lo sviluppo delle più diverse forme di garanzia che, in termini primitivi, potremmo definire come una misura o un rimedio ...
La garanzia fideiussoria è nulla se la banca concede finanziamenti al debitore principale pur conoscendone le difficoltà economiche e senza chiedere la preventiva autorizzazione al fideiussore
La banca che concede finanziamenti al debitore principale, pur conoscendone le difficoltà economiche, fidando nella solvibilità del fideiussore, senza informare quest'ultimo dell'aumentato rischio e senza chiederne la preventiva autorizzazione, incorre in violazione degli obblighi generici e specifici di correttezza e di buona fede contrattuale. La mancata richiesta di autorizzazione al ...
Assegno » Cosa è il benefondi e cosa accade se l'informazione fornita dalla banca si rivela errata
Per "benefondi" si intende la prassi interbancaria di richiedere e dare conferma circa l'esistenza di una sufficiente provvista in relazione al pagamento di un assegno in conto corrente. Trattandosi di accertamento informale, il benefondi non può essere invocato allo scopo di farne discendere un obbligo immediato di accreditamento sul conto ...
Assegno già emesso » Si può chiedere all'istituto di credito di non pagarlo più?
Una banca deve eseguire l'ordine impartito dal proprio cliente di non pagare più l'assegno già emesso. Purtroppo, però, dell'eventuale protesto resta unicamente responsabile il correntista. Chi ha già emesso un assegno può, in un momento seguente alla consegna, ordinare al proprio istituto di credito di non pagarlo più? Se si, ...
Cosa è il piano di ammortamento di un mutuo
Il piano d'ammortamento del mutuo ci dice quanto pagheremo. Quando si parla di ammortamento si intende un'estinzione graduale del debito, mentre il piano non è altro che il progetto che stabilisce con quali criteri verrà estinto. Una volta fissati i limiti di tempo per estinguere il debito ed il tipo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca