Casa acquistata dai coniugi in comunione ma mutuo estinto dalla famiglia di lui – Cosa succede con il divorzio?


Acquistammo il primo appartamento in comunione dei beni, ma gli intestatari del mutuo erano mio marito e mio suocero dopo poco ha estinto il mutuo. Cosa comporta questa circostanza in caso di divorzio? La casa era comunque intestata 50 e 50.

L’articolo 191 del codice civile stabilisce che la comunione si scioglie per l’annullamento, per lo scioglimento o per la cessazione degli effetti civili del matrimonio, nonché per la separazione personale.

Sempre il codice civile, all’articolo 179, precisa che non costituiscono oggetto della comunione e sono beni personali del coniuge i beni acquisiti successivamente al matrimonio per effetto di donazione, anche indiretta.

La cointestazione del mutuo da parte di suo suocero per l’acquisto di un immobile di cui risultava comproprietario il solo figlio e la successiva estinzione del mutuo, sempre ad opera di suo suocero, costituiscono esempio paradigmatico di donazione indiretta da padre a figlio.

Insomma, quello che lei può rischiare in seguito ad un’azione giudiziale dell’ex coniuge, fermo restando il diritto alla proprietà del 50% dell’immobile che fu casa coniugale, è dover rimborsare all’ex marito il 50% della somma pagata alla banca dal padre per l’estinzione del mutuo.

17 Novembre 2017 · Marzia Ciunfrini



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Casa acquistata dai coniugi in comunione ma mutuo estinto dalla famiglia di lui – Cosa succede con il divorzio?