Multopoli a Roma – Il fattaccio di via di Portonaccio

Faccio parte delle migliaia di automobilisti multati a Roma per la riapertura (senza preavviso e con segnaletica imbarazzante) della corsia preferenziale che va da via di Portonaccio in direzione Tiburtina.

Come molti miei sventurati colleghi, ho effettuato il ricorso, senza successo.

Il fatto imbarazzante è che dopo la pioggia di ricorsi e di lamentele l’amministrazione non ha provveduto affatto a modificare la segnaletica: è rimasto il micro-cartellino (quasi non visibile a occhio nudo).

Fosse tutto fatto apposta per rimpinguare le casse comunali?

Cosa si può fare in questi casi? Possibile che si continui in questo modo? E’ vergognoso.

In via di Portonaccio, direzione Tiburtina, il 20 Aprile 2016, è stata riaperta, senza alcun preavviso, la corsia preferenziale per bus e taxy, sospesa per anni.

Chi abita a Roma sa che la mole di traffico in quel tratto è altissima, e forse lo sapeva benissimo anche l’amministrazione.

Oltre al mancato preavviso, dal 2 maggio 2016 è stata installata una telecamera, la quale è segnalata con un microcartello, quasi impossibile da vedere dalla strada e facilmente copribile dal passaggio degli enormi bus.

Così, il transito dei veicoli, da quel dì, è stato multato come previsto dal codice della strada: 80 euro per passaggio su corsia preferenziale.

C’era chi quella strada la faceva tutti i giorni: prima di accorgersi del danno aveva già ricevuto a casa una decina di multe.

Dopo lo stupore iniziale sono arrivati, a valanga, migliaia di ricorsi: motivati appunto, dal mancato preavviso di riapertura e dalla segnaletica a dir poco sospetta.

Niente, giudici di pace e prefetto hanno annullato in massa tutti i reclami sopraggiunti.

Sembra che il comune di Roma abbia furbescamente messo in atto questa strategia: non intende riconoscere ufficialmente l’illegalità di quanto fatto, sapendo benissimo di avere torto.

Come si può pretendere di essere nel giusto quando si disattiva per anni una corsia preferenziale lasciando in essere tutti gli avvisi e poi multare chi ha la sventura di passare?

Se un’amministrazione non si occupa di centinaia di migliaia di cittadini che denunciano tutti la stessa anomalia, lo stesso errore, le stesse mancanze, di cosa dovrebbe occuparsi?

Intanto, per la sottoscrizione di una sorta di class action, è nata anche una pagina facebook: Uniamoci contro le multe a Portonaccio, che raccoglie i tanti caduti vittima della preferenziale riaperta.

Diciottomila gli iscritti e molti altri in arrivo.

I creatori del gruppo promettono una manifestazione sotto la prefettura di Roma.

Vedremo come andrà a finire.

Intanto, vi proponiamo questo video:

8 Febbraio 2018 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Multe per utilizzo corsia preferenziale di via di Portonaccio a Roma - Sono stati accolti i ricorsi?
Dopo aver letto attentamente questo post, in merito alle numerose multe per il passaggio sulla preferenziale di via di Portonaccio, ho seguito i consigli e mi sono iscritto ai gruppi di sostegno per ottenere giustizia. Oggi ho letto che sarebbero stati accolti i ricorsi, ma solo entro un certo termine di tempo. Potrei saperne qualcosa in più? ...

Multa pazza per divieto di sosta a Roma – mai stato a Roma!
Domanda di unotetano 31 dicembre 2011 at 17:15 #158674 Il Corpo di Polizia Roma Capitale manda a mio padre una multa per divieto di sosta a Roma, rilevata il 5 novembre 2011, peccato che mio padre quel giorno non c'era affatto a Roma (abita nelle Marche). Sul verbale non è riportato il modello della vettura, c'è scritto “…veicolo Fiat Auto SPA AUTOVETTURA, targa ….” (la marca e targa corrispondono al veicolo di mio padre). Inoltre l'indirizzo del luogo dove è stato rilevato il divieto di sosta è strano e non mi sembra esistere “LTE IN AUGUSTA FR.PALO ACEA 8″. Che ...

Probabile vittoria su ricorso ad autovelox Roma?
In data 19 ottobre 2011 mi viene notificato dal portalettere una raccomandata con all interno un verbale per superamento limiti di velocità con decurtamento punti avvenuto sulla C.Colmbo in Roma. La data del infrazione è 14 luglio 2011, la data di consegna alle poste italiane il 7 settembre 2011, la data di accettazione alle poste italiane è 19 ottobre 2011, nello stesso giorno mi notificano la multa. Sto preparando il ricorso calcolando che a partire dalla data d infrazione (14 luglio) i 90 giorni si sarebbero conclusi in sata 12 ottobre,la multa è stata notificata dopo una settimana 19 ottobre, ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Multopoli a Roma – Il fattaccio di via di Portonaccio