Multe da autovelox? - Come salvarsi tramite il bracciale WOOLF

Ho letto sul web che sta entrando in commercio un bracciale che salverebbe dalle multe da autovelox segnalando all'automobilista dove sono posizionati i dispositivi.

Come funziona?

E' legale?

Si tratta di un braccialetto che segnala la presenza di autovelox, curve pericolose e punti sensibili sulla strada mentre si è alla guida di moto, auto o tir: si chiama e, collegandosi in bluetooth con lo smartphone, segnala i pericoli attraverso delle vibrazioni.

Sviluppato da un team italiano, il braccialetto realizzato in pelle viene aggiornato tutti i giorni ed è presente in 67 Paesi, Italia compresa, con una copertura pari al 99%.

Come accennato, il dispositivo funziona collegandosi in bluetooth con lo smartphone, dove un'app dedicata utilizza, SCDB, il servizio di mappe mondiale.

Woolf è così in grado di segnalare la presenza di un pericolo quando ci si trova a 150 metri di distanza, attraverso delle vibrazioni che si intensificano sempre di più mano mano che ci si avvicina all'autovelox o a una curva pericolosa, permettendo di mantenere la velocità corretta.

In più, l'app è stata progettata per ottimizzare lo scambio dati con i server e ridurre il più possibile l'utilizzo della batteria dello smartphone: il braccialetto gestisce la localizzazione in background, attivandosi solo nelle zone dove esistono degli autovelox o altri punti sensibili.

L'autonomia della batteria al litio consente con ogni ricarica non meno di due ore di utilizzo al giorno per 15 giorni di fila. Il tempo per una ricarica, tramite cavetto micro USB, è di circa 3 ore.

Per il momento Woolf promette che gli aggiornamenti alla sua app saranno gratuiti a vita e il prezzo del bracciale, di 99 euro, non prevede abbonamenti.

Purtroppo i primi due lotti in consegna a maggio e giugno sono già venduti.

Il braccialetto è completamente a norma di legge.

14 maggio 2018 · Giuseppe Pennuto

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

multa autovelox tutor e altri dispositivi automatici di rilevazione della velocità

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Multe da tutor ed autovelox: evitarle tramite le app che segnalano i dispositivi è legale? » Il focus sulla questione
Ormai, con la tecnologia dalla nostra parte, grazie ad applicazioni per cellulari e navigatori possiamo essere avvertiti in anticipo quando siamo nelle vicinanze di un tutor autostradale e/o autovelox: ma è legale evitare la multa grazie a questi espedienti? Chiariamolo. Sugli innumerevoli store online sono disponibili diverse app e programmi ...
Box autovelox » Il parere del Ministero dei Trasporti
Continua la diatriba sulla legittimità dei box autovelox: vediamo quali sono gli sviluppi della vicenda. I cosiddetti box autovelox, ovvero gli armadietti destinati a contenere i misuratori di velocità possono essere posizionati su qualunque tratto di strada. Infatti, questi apparecchi possono essere anche dei validi dissuasori di velocità, a condizione ...
Multe da autovelox » Illegittime quelle elevate sulla tangenziale dalla Polizia Municipale
Autovelox sulla tangenziale: le multe della polizia municipale sono illegittime. Nei giorni scorsi il Giudice di Pace di Parma ha emanato una sentenza molto interessante, a favore di un'automobilista, nell'ambito della vicenda degli autovelox presenti sulla Tangenziale Sud di Parma. L'originalità della sentenza, differente da tutte le altre, risiede nelle ...
Multe elevate tramite dispositivi autovelox » Conosci il tuo nemico: ecco tutti i trucchi per potersi difendere
Sempre più numerose sono le multe elevate, a danno degli automobilisti italiani, tramite i dispositivi di rilevamento della velocità detti autovelox: per potersi difendere, però, è bene conoscere i motivi di nullità della multa, come da disposizione di normativa vigente. Sono milioni le contravvenzioni elevate ogni anno con il metodo ...
Autovelox e photored potranno accertare anche infrazioni relative all'omessa revisione e alla mancata copertura assicurativa del veicolo
Anche il Codice della strada è interessato dalle modifiche apportate dalla legge di stabilità 2016: la contestazione immediata non sarà necessaria qualora vengano accertate, per mezzo di appositi dispositivi di rilevamento (autovelox e photored in particolare), le infrazioni relative al mancato rispetto della revisione del veicolo (articolo 80 CdS), che, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca