Multa non mia » targa corretta ma quel giorno ero a lavoro (parte seconda)

Innanzitutto grazie per la risposta al mio post precedente; riassumo nuovamente la questione:

Ho ricevuto una multa per divieto di sosta: la targa è quella della mia macchina ma nel posto in questione non ci sono mai stato e posso dimostrare di essere andato a lavoro nel giorno implicato (timbro il cartellino) con tanto di testimoni che mi hanno visto con la macchina quel giorno e pronti a testimoniare.

Ho qualche chance che il mio ricorso venga accolto contestandola dimostrando di non essere mai stato nel luogo dell'infrazione (portando in caso anche dei testimoni)?
Cosa mi consigliereste di fare: fare ricorso o pagare una multa mai presa?

Scusate se inserisco un altro post ma al precedente era stata data risposta solo in parte

Sull'ipotesi di ricorso per notifica fuori termine del verbale le ho precisato qual è la corretta interpretazione tecnica.

Per quanto riguarda l'ipotesi del ricorso basato su testimonianza di terzi ho qualche perplessità, per cui non mi sono espresso. Ma, visto che insiste, le dico che, a mio parere, potrebbe andare bene se lei fosse in grado di dimostrare che quando è stata elevata la multa, la macchina era, ad esempio, in riparazione. Risulterebbe dalla fattura e dalle note di entrata ed uscita del veicolo dall'officina.

Oppure, andrebbe ancora bene, se lei fosse in grado di esibire un estratto conto fastpay dal quale si evincesse che quel giorno si trovava a centinaia di chilometri di distanza dal luogo dove sarebbe stata commessa l'infrazione.

Un pò più arduo è asserire che un terzo ricordi con certezza, dopo il tempo trascorso fra data dell'infrazione e notifica del verbale, l'ora e la data in cui il veicolo era invece parcheggiato nel piazzale antistante il luogo di lavoro. Nessuno può escludere che l'auto, per un breve lasso di tempo, sia stata affidata a qualcuno che l'abbia poi riportata sul luogo di lavoro.

Insomma, se si tratta di una questione di principio e sente di poterne sopportare i disagi conseguenti, faccia ricorso. Se vuole dimenticare subito il torto subito, risparmiare qualche soldino ed altre inevitabili "incazzature" paghi la multa e pace.

P.S. Non si scusi per questo post. La procedura di interazione dovrebbe essere proprio quella che lei ha seguito.

22 settembre 2011 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

multa
ricorso multa

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La notifica della multa adesso è breve – max 90 giorni dall'accertamento
Il nuovo Codice della strada (legge 120/10 - articolo 38)  ha accorciato  i tempi per la notifica della multa:  prima un Comune aveva 150 giorni a disposizione dall'accertamento dell'infrazione per recapitare il verbale ed effettuare la notifica della multa;  per le infrazioni commesse a partire dal 14 luglio 2010  i giorni ...
Impugnazione di una multa » L'amministrazione non si costituisce in giudizio? La sanzione è prescritta!
Se l'ente pubblico non si costituisce in giudizio davanti al giudice di pace, qualora sia in corso un procedimento di impugnazione contro un verbale di multa, la prescrizione non si interrompe, e la sanzione non deve essere onorata anche in caso l'automobilista abbia torto. Buone nuove per l'automobilista che impugna ...
Multa per Ztl » Contestazione e ricorso: la guida
Multa per accesso irregolare in ZTL: come proporre ricorso e contestazione. Nel nostro paese, dodici città sono dotate di zone a traffico limitato, le Ztl. Queste aree spesso comprendono centri urbani che impediscono la viabilità in determinati giorni e orari alle vetture non autorizzate. Lo scopo delle ZTL, in teoria, ...
Multa per violazione del codice della strada – il ricorso al prefetto
Il ricorso va presentato entro 60 giorni dalla contestazione o notifica della multa, sempre che non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta nei casi consentiti. Le nuove norme del Codice della Strada consentono di presentare il ricorso direttamente al Prefetto del luogo in cui è stata commessa la ...
Multa ed annullamento » Quando è conveniente presentare ricorso?
Quando ci viene comminata una multa si può andare incontro ad una serie di disagi imprevisti. Capita, infatti, di dover affrontare non solo un esborso di denaro inaspettato e talvolta sostanzioso, ma anche, spesso, un decurtamento dei punti sulla patente, il cui reintegro comporta delle difficoltà ulteriori. Proprio per questo, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca