Voltura contratto luce – Eventuale morosità del vecchio cliente può essere trasferita al nuovo?

A seguito della separazione col mio ex marito, l’anno scorso ho richiesto ed ottenuto la voltura del contratto a lui precedentemente intestato, a mio nome.

Ad oggi ricevo per posta ordinaria una fattura di conguaglio intestata a lui, dove si richiedono tutti gli importi dal 2011 al 2015 (€ 1.220,00).

Il call center mi spiega che non avendo mai potuto effettuare la lettura del contatore luce tramite i loro addetti (che si trova all’interno dell’abitazione) hanno effettuato un ricalcolo delle somme e che manderanno anche a me un simile ricalcolo (a partire dalla data in cui sono diventata intestataria dello stesso contratto).

Posso dire che in realtà non ho mai ricevuto la visita di nessuno ne’ sono stata mai contattata per posta o telefonicamente per ovviare a questa mancanza. In realtà la società fornitrice ci assicurò che col cambio del contatore con quello elettronico non ci sarebbe stato bisogno di comunicare ne’ di farlo leggere poiché sarebbe andato in automatico.

Ciò che mi preme sapere e’ se un’ eventuale morosità del mio ex marito potrebbe ricadere su di me, nuova intestataria dello stesso contratto, e potrei quindi rischiare l’interruzione del servizio.

Come sappiamo, la voltura è il passaggio del contratto di fornitura da un cliente ad un altro con il medesimo venditore e senza interruzione dell’erogazione di energia elettrica e di gas.

Nell’allegato A alla delibera numero 348/07 dell’Autorità per l’energia elettrica il gas ed il sistema idrico (AEEGSI), la voltura è definita, in relazione al singolo punto di prelievo, come la cessazione del contratto di trasporto con un cliente e la contestuale stipula del contratto con un nuovo cliente, senza disalimentazione del punto di prelievo stesso.

Quindi, anche nel caso di voltura (come per il subentro) si è in presenza di due contratti distinti, uno intestato al vecchio cliente e l’altro sottoscritto dal nuovo utente. Trattandosi di due contratti diversi, è evidente che il nuovo cliente risponderà solo ed esclusivamente delle obbligazioni che nascono dal proprio contratto: non potrà essere in alcun modo obbligato a pagare l’eventuale debito del precedente utente, debito riferito ad un contratto a cui egli è totalmente estraneo.

Insomma, anche nel caso di voltura del contratto per la fornitura di energia elettrica, trattandosi di cessazione del contratto, nulla sarà dovuto per eventuali morosità imputabili al cliente precedente, pregresse o relazionate al conguaglio.

Resta tuttavia il problema dell’autolettura non effettuata: il gestore della rete su base locale (si tratta di un soggetto diverso dal fornitore di energia elettrica – ad esempio a Roma il gestore della rete di distribuzione di energia elettrica è Areti, mentre il fornitore potrebbe essere Edison, Acea, Enel, ENI eccetera) molto spesso non è in grado di “leggere” il contatore da remoto.

Non essendoci al momento una legge che obblighi comunque il gestore della rete di distribuzione ad effettuare l’autolettura da remoto, si rende allora necessaria un’ispezione presso il cliente: ispezione che, il più delle volte, non va a buon fine perché il dispositivo di conteggio si trova ubicato in un locale non accessibile liberamente.

In tale evenienza, la società fornitrice si trova costretta ad effettuare il conguaglio al vecchio cliente e la fatturazione al nuovo sulla base di consumi stimati. Il nuovo cliente, quindi potrebbe essere chiamato, indipendentemente dalla morosità del vecchio utente, a coprire comunque consumi non effettuati, e viceversa.

28 Ottobre 2016 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Morosità pregresse bollette luce e gas in caso di voltura o subentro - Si pagano solo se sussistono rapporti giuridici o di fatto tali da presupporre una continuità fra nuovo e vecchio cliente
L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (nel seguito AGCM o Antitrust), con un intervento di moral suasion ha richiesto e ottenuto da 18 operatori del settore energetico che venisse chiarito in quali ipotesi e a quali condizioni, in caso di voltura o subentro, i consumatori siano tenuti pagamento dei corrispettivi ancora dovuti (“morosità pregresse”) dal precedente titolare del contratto di fornitura di energia elettrica e/o gas. Su invito dell'Autorità, i 18 operatori hanno modificato le condizioni generali di contratto, le FAQ e la relativa modulistica in modo da specificare che il consumatore non è tenuto al pagamento delle eventuali ...

Voltura gas e luce ed ultime bollette del contratto non ancora volturato non pagate - Cosa può accadere?
Abitavo a Milano con due coinquiline, ora non ci abito più e non ci devo tornare, di comune accordo il contratto di fornitura di gas e luce è stato intestato a me. Per litigi vari tra cui anche quelli economici (cercavano sempre di ritardare il pagamento dell'affitto) me ne sono andata. Hanno fatto la voltura intestando il contratto ad una delle due (non è nel mio stato di famiglia) e dopo che la società fornitrice di gas e luce gli ha fatto il cambio nominativo, non hanno più pagato le ultime bollette del contratto precedente intestato a me. Ora la ...

Contratto luce chiuso ma ultime bollette da pagare - Quali conseguenze per l'intestatario e per il nuovo inquilino?
Abitavo in una casa a Milano con altre due persone, di comune accordo mi sono fatta intestare il contratto di luce e gas, poi causa litigi io ho lasciato l'appartamento dalla disperazione, dicendo a loro ripetutamente di cambiare il contratto. Il contratto alla fine l'hanno modificato ma non hanno pagato le ultime bollette. Ora la società che forniva luce e gas mi ha chiamato dicendo che ha pure spedito delle lettere (io non abito più li non ho ricevuto nulla e le coinquiline se ne sono fregate di avvisare) e che ci sono tre bollette da pagare, le ultime. Volevo ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Voltura contratto luce – Eventuale morosità del vecchio cliente può essere trasferita al nuovo?