Modifica dello stato di famiglia

Vi sottopongo il mio problema: la mia famiglia è composta da sei persone: padre, madre, tre figli maggiorenni e un figlio minorenne, i tre figli maggiorenni hanno un lavoro, il piccolo studia.

Volevo sapere se è possibile dividere lo stato di famiglia mantenendone uno per padre, madre e figlio minore e altri tre per i figli maggiorenni.

Ovviamente si continuerebbe ad abitare tutti nello stesso appartamento.

Mi spiace, ma non è assolutamente possibile modificare lo stato di famiglia, in particolare dividendo la famiglia anagrafica in due, una con padre, madre e figlio minore e l'altra con i tre figli maggiorenni.

18 gennaio 2012 · Ludmilla Karadzic

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Quando l'abuso dei mezzi di disciplina e correzione nei riguardi del figlio minore sfocia nel reato di maltrattamenti in famiglia
Il minore è ormai considerato un soggetto titolare di specifici diritti e non più, come in passato, semplice oggetto di protezione: anche la dignità del minore è tutelata dall'ordinamento. Pertanto, non può ritenersi mezzo di correzione o disciplina l'uso abituale della violenza a scopi educativi, anche perché non può perseguirsi ...
Agevolazione prima casa » Non si decade dal beneficio se la famiglia cresce ed è necessario acquistare un appartamento più grande
Non si decade dal beneficio dell'agevolazione prima casa se si è costretti ad acquistare un secondo appartamento a causa dell'allargamento della famiglia. Non deve dire addio alle agevolazioni fiscali prima casa il contribuente che possiede un altro immobile abitativo nello stesso Comune che però non è idoneo a soddisfare le ...
Revoca assegnazione casa familiare e assegno di mantenimento per figli maggiorenni e privi di reddito
La normativa vigente prevede la revoca dell'assegnazione, quando il coniuge cessi di abitare stabilmente nella casa familiare, conviva more uxorio o contragga nuovo matrimonio. La Corte Costituzionale ha interpretato la norma, nel senso che comunque debba essere salvaguardato l'interesse dei figli minori o maggiorenni, ma non economicamente autosufficienti. Nel caso ...
Mantenimento » Nessuna spesa straordinaria per il figlio specializzando
Dal padre separato o divorziato né mantenimento né spese straordinarie al figlio specializzando. Infatti, dopo il divorzio, il genitore onerato a versare l'assegno di mantenimento, e a contribuire al 50 per cento alle spese straordinarie nei confronti del figlio maggiorenne, deve essere sollevato da detti obblighi laddove il giovane consegua ...
Revoca dell'assegnazione della casa familiare - I figli hanno comunque diritto al mantenimento finalizzato a procurare loro un nuovo alloggio
Il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell'interesse dei figli. Dell'assegnazione il giudice tiene conto nella regolazione dei rapporti economici tra i genitori, considerato l'eventuale titolo di proprietà. Il diritto al godimento della casa familiare viene meno nel caso che l'assegnatario non abiti o cessi di abitare ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca