Modem libero? Ancora un sogno lontano – Le compagnie telefoniche fanno muro ed i consumatori protestano

Con le nuove normative, a quanto so, era stato previsto che, per la propria linea ADSL, si potesse usare un modem a propria scelta (e non per forza quello imposto dall’operatore) con la sola condizione che rispettasse i parametri indicati dalla società con cui si è sottoscritto il contratto.

Sembra facile, ma in realtà non lo è.

Infatti, è da mesi che sto tentando di sostituire il modem, (sono un utente Vodafone) ma vado incontro ad un muro di gomma ed alla troppa burocrazia.

Insomma, non è cambiato nulla?

Uno dei quesiti che più assilla gli utenti in questo periodo, è quello di poter smettere, o meno, di pagare il modem dell’operatore: infatti, non solo ancora non è stato chiarito il punto riguardante i contratti che includevano il modem, nel braccio di ferro tra Agcom e gli operatori, ma la situazione si infittisce ancora di più.

Agcom infatti, il cui consiglio direttivo sta per scadere (prorogato fino al 31 dicembre dopo la scadenza naturale), ha cominciato ad annullare le sanzioni che aveva affibbiato agli operatori per inadempienza alle regole sul modem libero.

Quelle regole che (in linea con la normativa europea) stabiliscono il diritto degli utenti a usare un modem di propria scelta invece di essere costretti a navigare con quello dell’operatore.

Agcom ha stabilito nelle scorse settimane, finora nel caso di Fastweb e Vodafone, che gli operatori si sono alla fine adeguati – ancorché in ritardo – e quindi è possibile annullare la sanzione.

Per Fastweb è vero, ma a quanto risulta Vodafone non si è adeguata, ribattono dalla Free Modem Alliance, associazione che si batte per questo diritto, raccogliendo associazioni di consumatori e di aziende del settore.

Vodafone non permette a tutti gli effetti di usare un modem alternativo sulla propria rete.

Il sito, per chi sceglie quest’opzione, rimanda a un colloquio con un addetto dell’operatore, ma risulta che gli addetti confessano di non avere modo di inserire a sistema l’uso di un modem alternativo alla Vodafone Station.

Vodafone specifica che è invece possibile attivare l’offerta senza modem proprietario.

E’ vero che Vodafone non consente di attivare online l’offerta senza modem (“Senza Vodafone Ready”) ma solo al telefono; e trovare questa opzione sul sito può non è facile, poiché si trova in basso nella pagina dell’offerta.

Inoltre, è possibile attivare l’offerta senza Vodafone Ready, ossia con modem alternativo, ma il risparmio è solo di un euro al mese rispetto a quella con modem.

Non solo: dopo 48 mesi l’offerta con Vodafone Ready scende di sei euro di prezzo, quindi diventa più economica di cinque euro rispetto a quella senza modem.

L’annullamento delle sanzioni deve essere suonato come un ‘liberi tutti’ per gli operatori.

Il primo effetto è che ora Tim ha lanciato un’offerta dove la norma è abbinarvi il modem proprietario dell’operatore.

Vuoi usare un altro modem? Prova a fare un’attivazione: in quel caso ti chiamano loro, non puoi attivare l’offerta al sito”, aggiungono dall’associazione.

Gli utenti sono in attesa anche della sentenza del Tar del Lazio che confermi o annulli il diritto al modem libero.

Insomma, un clima generale di confusione che sta già indebolendo questo diritto.

Al momento, non si sa se gli utenti con un modem a pagamento possono restituirlo per smettere di pagarlo (gli operatori continuano a chiederne le rate anche dopo la disdetta); né se sia possibile sempre e comunque attivare nuove offerte con un modem di proprietà.

E così gli utenti si sentono abbandonati a sé stessi.

6 Dicembre 2019 · Patrizio Oliva

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Modem libero: il Tar del Lazio respinge il ricorso degli operatori - Cosa cambia per i consumatori?
Per quanto riguarda il modem imposto dagli operatori ai consumatori, c'era stata una delibera dell'Agcom con cui veniva sancito che il consumatore avesse la facoltà di scegliere il modem che preferisse. I limiti imposti dalle compagnie, però, hanno fatto muro. Insomma, allo stato attuale qual è la situazione? ...

Utilizzare un modem a propria scelta per l'ADSL (modem libero) - Ecco consigli utili e normativa vigente
Da un anno è stato deliberato che gli utenti possano scegliere di acquistare il modem che vogliano purché sia in linea con gli standard imposti dalle società che erogano il servizio di telefonia fissa ed internet. Ancora oggi, però, non si è capito chiaramente come agire. Quali sono le normative e quali i consigli per gli acquisti? ...

Modem libero - Quali sono parametri e configurazioni da rispettare per ogni operatore?
Dopo la liberalizzazione sull'uso del modem nella propria abitazione, sia io che la mia ragazza vorremmo cambiarlo nelle nostre rispettive case: io sono servito da fastweb mentre lei da tiscali. Vorrei sapere precisamente quali sono i parametri da rispettare, per la compatibilità, prima di procedere all'acquisto del dispositivo. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Modem libero? Ancora un sogno lontano – Le compagnie telefoniche fanno muro ed i consumatori protestano