Mobili pignorati per morosità nel pagamento della fornitura di gas

Nel 2010 mi sono stati pignorati la parete della sala e il sideboard il divano angolare con penisola e un tavolo in cristallo con 6 sedie in pelle dato l'accumulo di alcune bollette arretrate del gas: ho trovato un'accordo con gli avvocati della società , sono arrivato a pagare metà della cifra mentre i 600€ restanti causa perdita di lavoro non li ho potuti coprire.

Tuttavia io mi sono trasferito ed i mobili, naturalmente, sono stati spostati (con segnalazione al Tribunale del luogo di ricovero dato che sono stato nominato custode) tuttavia vorrei ad oggi liberarmi o del debito o dei mobili dato che non c'è stata comunicazione per eventuali aste, e nmon riesco a contattare l'avvocato incaricato. Chiamando la società mi hanno detto che hanno diversi avvocati e a loro la pratica in archivio non risulta.

Come posso fare? Voglio togliermi i mobili dato che mi occupano spazio sciogliendo la pratica, sanando il debito o in altro modo.

Il pignoramento perde efficacia quando dal suo compimento sono trascorsi quarantacinque giorni senza che sia stata chiesta l'assegnazione o la vendita. Così recita l'articolo 497 del codice di procedura civile.

Nel caso dell'espropriazione mobiliare presso il debitore, i 45 giorni decorrono dal giorno del compimento delle relative operazioni svolte dall'ufficiale giudiziario.

Per essere precisi, essendo il pignoramento presso la residenza avvenuto nel lontano 2010, il pignoramento perse efficacia 90 (e non 45) giorni dopo l'intervenuto pignoramento (il termine, nel 2010, era di 90 giorni).

Ecco perché, chiamando la società creditrice, le è stato risposto che hanno diversi avvocati e a loro la sua pratica in archivio non risulta.

Può disporre dei suoi mobili come meglio crede.

30 aprile 2016 · Andrea Ricciardi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Pignoramento presso la residenza del debitore – se il valore dei beni pignorati non copre il debito
Se i mobili non coprono l'intero debito il pignoramento mobiliare non va a buon fine? Il creditore, tramite decreto ingiuntivo e precetto, può chiedere all'ufficiale giudiziario di eseguire un pignoramento presso la residenza del debitore. Non rileva che il valore dei mobili non copra l'intero debito. Il ricavato del pignoramento ...
Sospensione fornitura idrica al condominio - Per la morosità di alcuni tutti i condomini restano senza acqua
Ponendosi il condominio, nei confronti dei terzi, come soggetto di gestione dei diritti e degli obblighi dei singoli condomini, attinenti alle parti comuni, l'amministratore assume la qualità di necessario rappresentante della collettività dei condomini sia nella fase di assunzione di obblighi verso terzi, per la conservazione delle cose comuni sia, ...
Pignoramento presso terzi e cessione dei crediti del debitore esecutato
La cessione di un credito, sia in modalità pro solvendo che in quella pro soluto, è opponibile ai creditori del soggetto cedente sottoposto ad azione esecutiva, soltanto se notificata al debitore ceduto con atto avente data certa in epoca anteriore al pignoramento. In pratica, gli atti di alienazione o di ...
Pignoramento di un bene » E' possibile venderlo o donarlo?
Esiste la possibilità di effettuare la vendita o la donazione di un bene già sottoposto a pignoramento? Assolutamente no. Infatti, chiunque sottragga, distrugga, disperda o deteriori un bene già sottoposto, da un ufficiale giudiziario, a pignoramento mobiliare commette un reato. Le conseguenze cui si va incontro sono la reclusione fino ...
Obbligo di avviso di accertamento al socio per riscuotere i debiti tributari della società
Il debito della società verso l'Amministrazione finanziaria può, naturalmente, riversarsi su coloro che hanno amministrato la società (o ne sono stati soci). Occorre però un atto che giustifichi questo passaggio. E questo atto non può che essere un avviso di accertamento indirizzato al socio o all'amministratore della società, cioè un ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca