Mio marito mi tradisce online - E' possibile l'addebito della separazione e la richiesta del mantenimento?

Ho scoperto che mio marito, reiteratamente, sentiva e intratteneva rapporti virtuali con altre donne sui social network: me ne sono andata di casa, chiedendo chiesto l'addebito della separazione più il mantenimento.

Lui, però, non vuole saperne, dicendo che, in realtà, non mi ha tradito concretamente e che, anzi, la mia decisione di abbandonare casa da un giorno all'altro comporta che la separazione sia addebitata a me.

Chi ha ragione?

Secondo la giurisprudenza di legittimità, il dating online, ovvero chattare frequentemente con altre persone sui social, potrebbe già configurare un tradimento e dunque comportare sia l'addebito della separazione che l'onere al mantenimento.

Dunque, iscriversi su social network appositi (Badoo, Tinder, ma anche Facebook e compagnia bella) con l'intento di cercare attivamente l'incontro di una notte (o anche di più), senza mai trovare la scintilla giusta, e dunque senza mai organizzare un incontro né, consumare un rapporto extraconiugale è sufficiente a giustificare una causa di separazione e a confermare e l'assegno di mantenimento?

A parere della Corte di Cassazione, sì.

Secondo gli Ermellini, infatti, con la sentenza 9384/18, la ricerca di relazioni extraconiugali tramite internet è circostanza oggettivamente idonea a compromettere la fiducia trai i coniugi e a provocare l'insorgere della crisi matrimoniale all'origine della separazione.

Inoltre, specifica il Palazzaccio, in questo caso, la scelta di andarsene di casa da parte del "tradito", preventiva ma giustificata, non può essere considerata abbandono del tetto coniugale e dunque non compromette, come spesso può accadere, quanto stabilito in merito alla separazione e all'assegno di mantenimento.

Detto ciò è facile comprendere come, per l'attuale giurisprudenza, anche la semplice iscrizione a un sito di incontri online può ritenersi un comportamento contrario al dovere di fedeltà tra marito e moglie.

Insomma, occhio a installare con troppa leggerezza applicazioni che promettono scoppiettanti incontri o a spulciare i siti di incontri, poiché state già tradendo il vostro partner.

17 aprile 2018 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

assegno di mantenimento o divorzile per coniuge e figli
separazione personale dei coniugi e divorzio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Separazione dei coniugi - i presupposti dell'assegno di mantenimento
In caso di separazione, il coniuge che non abbia adeguati redditi propri può chiedere che l'altro coniuge versi un assegno di mantenimento. Per ottenere il mantenimento è necessario che ricorrano le seguenti condizioni: il coniuge richiedente non deve avere redditi adeguati; la separazione non deve essere addebitata al coniuge richiedente; ...
Al marito obbligato non basta corrispondere l'assegno di mantenimento - deve pagare anche le rate del mutuo della casa assegnata alla moglie separata
Il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare prevede la punibilità di chiunque faccia mancare i mezzi di sussistenza ai figli minori o al coniuge, ancorché legalmente separato non per sua colpa. Tra i mezzi di sussistenza va ricompreso anche l'alloggio familiare, e quindi si rende responsabile del reato ...
Separazione dei coniugi - l'assegno di mantenimento è dovuto dal giorno della domanda
In materia di separazione, l'assegno di mantenimento è dovuto dal giorno della domanda, anche se la sentenza che lo prevede è successiva. L'assegno di mantenimento a favore del coniuge, stabilito in sede di separazione personale, decorre dalla data della relativa domanda, in applicazione del principio per il quale un diritto ...
Separazione con addebito dopo la riconciliazione
L'addebito della separazione può essere pronunciato per le violazioni dei doveri coniugali successive ad una precedente riconciliazione. Successivamente alla separazione, i coniugi possono conciliarsi in ogni momento, riprendendo a convivere. La ripresa della convivenza comporta il venir meno dello status di "separati". Conseguentemente rivivono i diritti ed i doveri propri ...
Separazione » Ex moglie aveva bruciato carriera per dedicarsi alla famiglia: Sì ad un super assegno di mantenimento
Separazione e divorzio: una carriera bruciata per dedicarsi alla famiglia. Concesso un assegno di mantenimento faraonico all'ex moglie. Riconosciuto l'assegno di mantenimento di € 4.000,00 in favore della ex coniuge poiché quest’ultima non aveva i mezzi per mantenere il tenore di vita goduto durante il matrimonio né la possibilità di ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca