Minaccia di fermo amministrativo - ho cominciato a pagare a rate

Non ho visto se c'era un problema simile: minacciato di fermo amministrativo per cartella esattoriale relativa a infrazioni Cds, ho iniziato a pagare la rateizzazione.

Se non riuscissi più a pagare, visto che pare sia pure illecito il fermo in questo caso, quali passi concreti dovrei compiere? Smettere di pagare e aspettare? Presentare prima un ricorso? Presso il giudice di Pace?

Secondo una parte della giurisprudenza è illegittimo disporre il fermo amministrativo del veicolo di proprietà del debitore in seguito al mancato pagamento di multe per violazioni al codice della strada, anche se si tratta di prassi frequente adottata da Equitalia.

La misura del fermo amministrativo, infatti, è prevista dal D.P.R. 602/73 esclusivamente per debiti di natura “tributaria”, ossia per le imposte sui redditi e per gli altri tributi (tasse od imposte) dovuti allo Stato o agli Enti Pubblici.

Nessuna norma nel nostro ordinamento autorizza l'Agente della Riscossione a disporre il fermo amministrativo del veicolo di proprietà del debitore in seguito al mancato pagamento di multe per violazioni al codice della strada.

Cosa può fare il cittadino a fronte di un fermo amministrativo disposto per questa tipologia di sanzioni?

Il rimedio è quello di impugnare il fermo amministrativo del veicolo dinanzi all'Autorità giudiziaria competente. In particolare si potrebbe proporre opposizione ai sensi dell'articolo 615 del Codice di procedura civile dinanzi al Giudice di Pace del luogo ove si trova la sede legale dell'Agente della Riscossione.

In tale sede si dovrà contestare l'illegittimità del fermo amministrativo e chiedere il risarcimento degli eventuali danni subiti.

La procedura ex art. 615 c.p.c. non ha termini. Lei però, nel momento in cui ha chiesto ed ottenuto la rateizzazione, ha praticamente precluso la strada a qualsiasi possibilità di impugnare il provvedimento di fermo amministrativo.

Veniamo, adesso, all'eventualità di interrompere il pagamento delle rate.

Il decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 convertito con modificazioni dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 (art. 10 comma 13-bis) prevede la possibilità di chiedere la proroga per le rateazioni concesse entro il 28 dicembre 2011. Anche se c'è stata decadenza della rateazione: si ha decadenza della rateazione se il debitore non paga la prima rata oppure due rate successive, anche non consecutive.

Per le rateazioni concesse successivamente al 28 dicembre 2011, la proroga può essere ottenuta solo se la rateazione non è decaduta.

Se la sua rateizzazione è stata accordata dopo il 28 dicembre 2011, non le resta che sperare di poter continuare a pagare le rate del piano concordato con Equitalia, oppure confidare che nella conversione in legge del decreto "Cresci Italia", in discussione in questi giorni, sia estesa la possibilità di proroga della rateazione anche a quelle accordate dopo il 28 dicembre 2011.

24 febbraio 2012 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale
fermo amministrativo
mediazione e ricorso cartella esattoriale
opposizione a cartella esattoriale

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Opposizione al preavviso di fermo amministrativo per sanzioni amministrative? » Esclusivamente presso il giudice di pace
Anche in caso di preavviso di fermo amministrativo il ricorso va presentato presso il giudice di pace. Nel caso di fermo amministrativo basato su cartelle esattoriali per multe stradali, a decidere deve essere il giudice di pace: non importa che l'opposizione sia stata avanzata dopo la notifica del preavviso di ...
Fermo amministrativo » A quale giudice presentare il ricorso?
Fermo amministrativo: sia l'iscrizione che il preavviso, nell'ipotesi di un ricorso, sono impugnabili di fronte alla Commissione Tributaria solo se il credito ha natura tributaria. Grazie alle modifiche apportate dal decreto del fare il fermo amministrativo, iscritto da Equitalia sull'autovettura di un contribuente moroso verso lo Stato, può essere impugnato ...
Opposizione a preavviso di fermo amministrativo per omessa notifica del verbale e della cartella esattoriale
Quando si contesta il preavviso di fermo amministrativo, rilevando la mancata notifica del verbale di accertamento delle violazioni del Codice e della cartella di pagamento e si eccepisce l'intervenuta prescrizione del diritto alla riscossione della sanzione, per essere decorsi più di cinque anni dalla violazione, l'azione va qualificata come opposizione ...
Fermo amministrativo – è impugnabile il preavviso di fermo del veicolo di proprietà del debitore
È stata riconosciuta l'impugnabilità del preavviso di fermo di un veicolo dinanzi alla Commissione Tributaria. Il preavviso di fermo amministrativo è previsto dalla nota dell'Agenzia delle Entrate numero 57413/03, che impone ai concessionari di inviare al contribuente avviso di adempiere al pagamento delle somme indicate nel termine di venti giorni, ...
Opposizione a fermo amministrativo - giudice competente se il credito ha natura mista
Cosa accade se viene disposto da Equitalia fermo amministrativo sul veicolo di proprietà del debitore per il mancato pagamento di una serie di cartelle esattoriali di natura tributaria e non, ed il debitore decide impugnare l'azione esecutiva? Qual è il giudice competente per proporre opposizione al fermo amministrativo del veicolo ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca