Indebitata con varie finanziarie

Mia moglie si è indebitata a mia insaputa con varie finanziarie le quali le hanno concesso prestiti senza richiedere autorizzazione al coniuge(io)per cifre troppo alte se avessero valutato solo il suo stipendio (900 e/mese).

Ora al di là della tensione famigliare quando ho scoperto il tutto, non potendo aiutare mia moglie nei pagamenti (e lei non ce la fa), come mi devo comportare per tutelarmi da eventuali azioni giudiziali nei suoi confronti?

Se vi fosse un cambio di residenza suo prima di una comunicazione giudiziale,posso impedire l'ingresso a casa mia di un ufficiale giudiziario?
Avviando una richiesta di separazione coniugale posso tutelare tutti o almeno una importante parte dei beni mobili?

Se lei prende residenza presso un famigliare,questi deve tutelarsi per i suoi beni? Se si in che modo?

Gli escamotage dopo la data di formazione del debito lasciano il tempo che trovano.

Per l'erogazione di prestiti non è sempre necessaria l'autorizzazione dell'altro coniuge.

Una strategia potrebbe essere quella di motivare la separazione per colpa.

Sua moglie ha chiesto ed ottenuto i prestiti non già per soddisfare esigenze familiari, ma semplicemente per mantenere il suo “esigente” gigolò.

Non è il massimo per la propria autostima, specie se messo nero su bianco in tribunale, ma almeno non pagherà i debiti di sua moglie.

15 febbraio 2012 · Marzia Ciunfrini

Approfondimenti e integrazioni dal blog

TASI - domande e risposte
No, la TASI non si applica al possesso dell'abitazione principale classificata in categoria A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze. ...
Mutuo cointestato separazione e accollo non liberatorio - il coniuge diventato debitore unico non può chiedere modifiche contrattuali
Il caso si riferisce ad una coppia di coniugi cointestatari di mutuo ipotecario laddove, nella sentenza di omologa della separazione consensuale si legge che ... resta a carico del marito l'onere relativo al pagamento della rata del mutuo. Il marito che, in forza dell'accordo di separazione, era divenuto "debitore unico" ...
Eredità - Quando il chiamato debitore muore prima di accettare o rinunciare
Famiglia con madre padre e due fratelli: muore prima la madre e i figli diventano eredi, senza aver fatto la successione in quanto nel loro caso non necessaria, in quanto sono presenti poche migliaia di euro presenti su un conto in comune con la madre e basta, niente case ne ...
Iscrizione di ipoteca giudiziale
Ogni sentenza e ogni provvedimento giudiziale cui consegua la condanna al pagamento di una somma o all'adempimento di altra obbligazione ovvero al risarcimento del danno è titolo per iscrivere ipoteca giudiziale sui beni del debitore. Non è necessario che il provvedimento giudiziale sia passato in giudicato. Anche una sentenza appellata ...
Recupero crediti - L'Antitrust sanziona ancora la prassi di notificare decreti ingiuntivi ed atti di citazione in giudizio presso un foro diverso da quello del debitore consumatore
Sanzioni per complessivi tre milioni e 310 mila euro sono state irrogate dall'Antitrust a tre compagnie assicurative. A giudizio dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM o Antitrust), le società hanno messo in atto pratiche commerciali scorrette, in quanto aggressive, per recuperare i propri crediti. La pratica commerciale oggetto ...

Briciole di pane

Altre info



Cerca