Indebitata con varie finanziarie

Mia moglie si è indebitata a mia insaputa con varie finanziarie le quali le hanno concesso prestiti senza richiedere autorizzazione al coniuge(io)per cifre troppo alte se avessero valutato solo il suo stipendio (900 e/mese).

Ora al di là della tensione famigliare quando ho scoperto il tutto, non potendo aiutare mia moglie nei pagamenti (e lei non ce la fa), come mi devo comportare per tutelarmi da eventuali azioni giudiziali nei suoi confronti?

Se vi fosse un cambio di residenza suo prima di una comunicazione giudiziale,posso impedire l'ingresso a casa mia di un ufficiale giudiziario?
Avviando una richiesta di separazione coniugale posso tutelare tutti o almeno una importante parte dei beni mobili?

Se lei prende residenza presso un famigliare,questi deve tutelarsi per i suoi beni? Se si in che modo?

Gli escamotage dopo la data di formazione del debito lasciano il tempo che trovano.

Per l'erogazione di prestiti non è sempre necessaria l'autorizzazione dell'altro coniuge.

Una strategia potrebbe essere quella di motivare la separazione per colpa.

Sua moglie ha chiesto ed ottenuto i prestiti non già per soddisfare esigenze familiari, ma semplicemente per mantenere il suo “esigente” gigolò.

Non è il massimo per la propria autostima, specie se messo nero su bianco in tribunale, ma almeno non pagherà i debiti di sua moglie.

15 febbraio 2012 · Marzia Ciunfrini

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?