Mezzo stipendio pignorato – E’ mai possibile?

Io ho uno quinto dello stipendio pignorato di 150 euro, causa un finanziamento fatto 2 anni fa: ma nell’ultima busta paga ho trovato un’altra voce, cessione volontaria di euro 367.

Ho chiesto spiegazioni al mio datore di lavoro il quale mi aveva detto che si tratta di un pignoramento presso terzi. La mia paga doveva essere 1300 euro, quello che volevo sapere se mi possono trattenere dalla busta più di 500 euro (367+150). Con i 780 euro che mi sono rimasti io devo pagare affitto 400 e vivere con un figlio a mio carico per tutto il mese. Io non dico che non voglio pagare i miei debiti, ma così uno non può vivere.

Cosa dovrei fare adesso?

Proviamo ad andare avanti con ordine: pignoramento presso terzi è una cosa, cessione volontaria del quinto un’altra.

Il pignoramento presso terzi consegue ad un prestito non rimborsato. Per debiti ordinari (privati banche e finanziarie) non possono insistere due pignoramenti contemporanei sullo stesso stipendio per una quota superiore al 20% della retribuzione netta.

Se il suo stipendio è di 1450 euro (compreso il primo pignoramento di 150 euro) non possono essere prelevati dalla sua busta paga più di 290 euro complessivamente.

Se, invece, parliamo di cessione volontaria del quinto, ciò vuol dire che le è stato erogato un prestito da una finanziaria, con l’accordo di pagarlo tramite rate che vengono prelevate direttamente dal datore di lavoro dalla busta paga del dipendente debitore. Non è possibile, tuttavia, che lei non ne sappia nulla.

In questa ipotesi, pignoramento e cessione del quinto non possono superare il 40% della retribuzione mensile netta, dunque 480 euro. Ed euro più, euro meno, il prelievo appare legittimo.

18 Novembre 2015 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Accredito stipendio quinto pignorato
Ho subito un pignoramento del quinto sullo stipendio, dove gravano cessione e delega, sul contocorrente dove è accreditato è in corso un prestito di 409 euro che adesso non posso più pagare Quindi volevo chiedere se posso accreditarlo sul conto di mio figlio che peraltro deve ancora aprirlo. E se si a cosa vado incontro oltre a un futuro pignoramento premetto che mancano al saldo circa 8000 euro ma soprattutto mio figlio va incontro a qualche problema? Tenendo condo che la situazione e disperata è consigliabile fare tutto questo? ...

Sospendere una delega su stipendio è possibile?
La mia situazione è questa: sulla mia busta paga ci sono già delle trattenute, una cessione del quinto di euro 324 e una delega di euro 346 e la mia azienda versa alla mia ex una somma di euro 600 per assegno di mantenimento per i miei due figli minori; una cifra che avevamo pattuito insieme prima del divorzio e quindi scritto anche sul divorzio con tanto di firma. Ora un'altra finanziaria che non riuscivo più a pagare è riuscita ad avere il pignoramento di euro 200 sulla mia busta paga e siccome non ci sono più soldi, l'azienda praticamente ...

Debiti vari non rimborsati e possibile pignoramento dello stipendio
Due anni fa persi il lavoro e non ho potuto più pagare alcuni finanziamenti e altri debiti vari che all'epoca potevo onorare: da 3 mesi ho trovato lavoro, guadagno 1200 euro al mese e ho incominciato a togliermi qualche debito. Ma, naturalmente non riesco a pagarli tutti e sicuramente gli altri debitori procederanno con il pignoramento del mio stipendio presso il mio datore di lavoro. Volevo sapere da 1200 euro quanto è il massimo che possono pignorare e inoltre possono bloccarmi il conto corrente? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Mezzo stipendio pignorato – E’ mai possibile?