Maxi bolletta gas: ma i consumi sono diminuiti – Che fare?

Due giorni fa ho ricevuto la bolletta mensile del gas: a mia grande sorpresa, l’importo era di 700 euro, più del doppio del mese prima e mai comunque in linea con qualsiasi importo mai pagato.

Il paradosso è che io il mese scorso sono mancata per ben quindici giorni da casa, poiché sono stata ospite di mia sorella a Londra.

Dunque, ho chiamato il call center della società erogatrice spiegando dettagliatamente la situazione ed il mio ammanco da casa.

Mi è stato risposto con arroganza che a loro risultano quei consumi e che devo pagare.

Mi chiedo: è lecito tutto ciò? Se davvero i consumi risultano quelli, non può esserci un malfunzionamento al contatore?

A meno che un cuoco non si fosse introdotto a casa durante la mia assenza…

Nel caso in cui, dalla fatturazione della bolletta, sussista il sospetto che il contatore non funzionasse correttamente, è nostro diritto contestare alla società erogatrice del servizio gli importi richiesti.

Ma come?

All’utente basta far rilevare come il consumo fatturato non sia coerente con gli standard relativi al periodo di erogazione del servizio, basandosi sulle precedenti bollette, sull’uso che viene fatto dell’immobile e sulle persone che lo abitano.

E’ compito, invece, della compagnia erogratice del servizio, dimostrare i consumi effettivi ed il corretto funzionamento del contatore.

Infatti, come riportato nella sentenza di cassazione 10313/2004 spetta sempre al gestore e fornitore del gas metano dimostrare la corrispondenza della fornitura erogata, riportata in bolletta, a quella fornita dal contatore centrale.

Inoltre, se l’utente contesta i valori ricavati dallo strumento di misurazione, deducendo specifiche circostanze, è onere del somministrante offrire la prova del corretto funzionamento del contatore e l’affidabilità dei valori registrati (sempre Cassazione
18231/08).

Pertanto, invii un reclamo alla società con le sentenze in commento, ed in caso facessero ancora i finti sordi, contatti un’associazione dei consumatori.

9 Febbraio 2018 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Bollette pazze a causa del ricalcolo dei consumi - Tornano mascherati i maxi conguagli?
Mi è arrivata a casa una bolletta salatissima della luce, quasi 300 euro, a causa di una voce di quasi 200 euro di ricalcolo consumi, perpetrata addirittura dal gestore che avevo in precedenza, tre anni fa. Ma come, non era stata fatta una norma per contrastare i maxi conguagli a lungo termine? A me sembra si tratti proprio di questo, anche se ha nome differente. ...

ENI - addebito consumi presunti e mai consumati
Il 25 luglio 2013 abbiamo lasciato un appartamento in Roma per un altro, dando regolare disdetta presso l'energy store di ENI a Spinaceto RM Per la luce tutto OK, ma per il gas necessitava che un loro incaricato verificassi la lettura finale. Dopo due appuntamenti andati a vuoto non avevamo più accesso all'appartamento. ENI regolarmente, pur specificando in bolletta la n/s lettura finale, con la data, continuava ad emettere consumi presunti, nonostante telefonate ed anche una raccomanda A/R. Dopo aver addebitato €166 per i consumi presunti, hanno riconosciuto la cessione come da noi dichiarata, facendo bolletta €0 come conguaglio. Ora ...

Maxi conguaglio e/o bolletta pazza gas? - Ecco come difendersi
E' la seconda volta che ricevo un maxi conguaglio per la bolletta del gas: in pratica, mi si chiede di pagare quasi 1000 euro di consumi effettivi rispetto a quelli presunti per l'anno 2017. Questo fatto è già accaduto due anni fa. Cosa devo fare ora e come, soprattutto, posso difendermi per la prossima volta? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Maxi bolletta gas: ma i consumi sono diminuiti – Che fare?