Matrimonio 2012, vale ancora ISEE 2011?

Un paio di giorni fa ho posto su questo forum una domanda. La mia domanda era questa.
Ora vengo alla mia nuova domanda: io e la mia compagna (che è incinta) chiedevamo delucidazioni sulla situazione ISEE nel caso in cui non ci fossimo sposati, e siamo arrivati alla conclusione che essere nel 2012 una coppia di fatto, è un lusso per chi se lo può permettere. Per noi, essere sposati o non esserlo, non aggiunge e non toglie nulla al nostro rapporto, e quindi se decidessimo di sposarci, sarà solo per accedere alle agevolazioni di cui abbiamo diritto, essendo noi una famiglia che sta mettendo al mondo un figlio e ha un progetto comune di vita.

Al comune di residenza della mia compagna, mi hanno detto che, presentando una domanda entro 6 mesi dal parto e allegando l'ISEE dello scorso anno, è possibile ottenere un bonus di circa 1500 euro; se noi ci sposassimo in tempi utili e in separazione dei beni, quale ISEE dovremmo presentare? Sposandosi nel 2012, non esisterebbe un "nostro" ISEE del 2011.

Stesso discorso con le tasse universitarie: se fossimo sposati, lei dovrebbe comunque presentare l'ISEE del 2011 nel quale era a carico dei suoi genitori? Ma questo non sarebbe corretto... perchè dal 2012 noi ci manterremo con le nostre poche/pochissime risorse, e non sarebbe giusto non ottenere il bonus famiglia, e pagare le tasse universitarie come se ancora lei fosse mantenuta dai suoi genitori.

Non può valere l'ISEE dell'anno precedente (nè l'ultimo presentato anche nello stesso anno) se varia lo stato di famiglia e quindi il nucleo familiare: nascite, morte, cambi di residenza ed appunto matrimoni.

Andando a vivere da soli, dopo il matrimonio, il nucleo familiare sarà costituito esclusivamente dai coniugi e dagli eventuali figli.

Questo indipendentemente dal livello di reddito percepito da ciascuno dei coniugi.

Anche per l'ISEEU, in riferimento alle agevolazioni previste per le tasse universitarie, il reddito del nucleo familiare sarà quello risultante dall'ultima dichiarazione fiscale dei due coniugi rispetto alla data di presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU).

Se non c'è stata presentazione della dichiarazione dei redditi perché non c'era obbligo, o perchè il soggetto era a carico fiscale di altri, andrà indicato il reddito effettivamente percepito che potrà essere anche nullo, naturalmente.

Il patrimonio immobiliare, i titoli e la disponibilità del conto corrente saranno quelli posseduti dai due coniugi al 31 dicembre dell'anno precedente a quello in cui viene presentata la DSU.

12 gennaio 2012 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ISEE

Approfondimenti e integrazioni dal blog

schemi ISEE
Per beneficiare delle agevolazioni concesse per gli studi universitari (riduzione tasse di iscrizione, concessione di borse di studio, eccetera) si applica un particolare indicatore Isee modificato, denominato Iseeu, che introduce specifici e più stringenti  criteri  per l'università - così come previsto dall'articolo 5 del decreto della presidenza del Consiglio dei ministri del 9 Aprile 2001 (Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell'articolo 4 della legge 390 del 2 dicembre 1991) - al fine di tenere adeguatamente conto dei soggetti che sostengono effettivamente l'onere di mantenimento dello studente e contrastare l'elusione. ...
Bonus bebè - una nuova chance per chi si è visto respingere la domanda
Nel caso di domande per il bonus bebé respinte perchè non è stato reperito un ISEE valido oppure perchè dalla dichiarazione ISEE non risulta convivente con il figlio per il quale è richiesto l'assegno, è prevista, su istanza del richiedente, la possibilità di riesame della domanda respinta presso la Sede ...
Bolletta per l'energia elettrica » Arrivano i bonus per le famiglie a basso reddito
Nell'articolo che segue, vi illustreremo quali sono requisiti e modalità di accesso al bonus per l'energia elettrica: compensazione del 30% direttamente in bolletta. I clienti domestici economicamente disagiati hanno diritto al cosiddetto bonus elettrico: si tratta di uno sconto annuale sulle bollette dell'energia elettrica, che per il 2017 è stato ...
Bonus elettricità e gas » Le informazioni utili al consumatore
Il bonus sulla bolletta elettrica è uno strumento introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia con la collaborazione dei Comuni , per garantire alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla spesa per l'energia elettrica. Il bonus elettrico è previsto anche per ...
Contributi per le ragazze madri » Tutte le informazioni utili per il bonus bebè
Nell'articolo che segue, scopriamo quali sono i benefici e vantaggi per chi accede al contributo del bonus bebè per l'anno 2017. Per quanto riguarda il bonus bebè 2017, se questa novità dovesse essere inserita, come probabile, nella manovra finanziaria per l'anno venturo, tutte le persone che ne hanno fatto richiesta ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca