L’indennità di maternità, anche anticipata per gravidanza a rischio, mi viene comunque pagata anche se trascorsi 60 giorni dalla cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro?

Alla luce di quanto espresso dalla circolare Inps 94/2015 in materia di NASPI, ed in riferimento a questa precedente domanda, il punto 2-7, ultimo paragrafo, recita quanto segue: Quando la lavoratrice si trovi, all’inizio del periodo di congedo di maternità, disoccupata ed in godimento di prestazione di disoccupazione, ha diritto all’indennità giornaliera di maternità anche qualora siano trascorsi sessanta giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. In questo caso la prestazione di disoccupazione si sospende per poi essere ripristinata per la parte residua al termine del periodo di maternità.

Detto ciò la mia domanda è: l’indennità di maternità, anche anticipata per gravidanza a rischio, mi viene comunque pagata anche se trascorsi 60 giorni dalla cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro?

In pratica, per aver diritto all’indennità giornaliera di maternità deve accadere che il concepimento sia avvenuto, al massimo, entro sessanta giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Lei, purtroppo, non ha diritto all’indennità giornaliera di maternità. La ratio della norma è quella di evitare che possa percepire l’indennità giornaliera di maternità la lavoratrice che decida di concepire un figlio decorsi sessanta giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

27 Maggio 2017 · Ornella De Bellis

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Maternità anticipata e NASPI - La maternità entro quanto tempo deve insorgere rispetto alla cessazione del rapporto di lavoro per aver diritto all'indennizzo?
Sono precettore di indennità di NASPI da settembre 2016, con l'ultimo rapporto di lavoro cessato il 20/08/16. Dal 23 marzo mi trovo in stato di gravidanza a rischio, accertato dalla Asl, anche l'ispettorato del lavoro ha trasmesso all'Inps la documentazione necessaria ed ho sottoscritto il patto di servizio con il centro per l'impiego il quale giustifica la mancata ricerca attiva di nuovo impiego. Ad oggi non ho ancora ricevuto l'indennità di NASPI per il mese di aprile, né ho ricevuto alcuna comunicazione in merito, cosicché stamattina mi sono recata all'Inps per avere informazioni ed effettivamente risulta sospesa l'indennità di NASPI ...

Può essere pignorata l'indennità di maternità erogata dal datore di lavoro in base al contratto collettivo?
In riferimento a questa mia domanda mi è stato confermato da uno dei vostri esperti che la maternità e assolutamente impignorabile. Il fatto è che le voci sulla busta paga sono: maternità inps, maternità ditta, assegno famigliare. Se queste voci non sono pignorabili da quale retribuzione mi viene calcolata la quota pignorabile?. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic L’indennità di maternità, anche anticipata per gravidanza a rischio, mi viene comunque pagata anche se trascorsi 60 giorni dalla cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro?