Estratto di ruolo da cui emergono atti mai notificati – Fare ricorso subito o attendere?


Ho fatto un estratto di ruolo circa un anno fa, ho visto che mi erano stati notificati avvisi di accertamento irpef. Solo ora mi sono accorto che manca la notifica degli stessi, avendo fatto richiesta all’agenzia delle entrate. Posso sempre contestare questa cosa con un atto che mi notificheranno successivamente? o dovevo farlo avverso l’estratto di ruolo? grazie

Anche Agenzia delle Entrate Riscossione capisce, non sempre, ma più frequentemente di prima, quando non è il caso di insistere: quegli atti elencati in estratto conto potrebbero morire lì.

Lei può scegliere se agire subito (se proprio la notte non ci dorme) assoldando un professionista (il tipo di professionista dipende dalla natura del credito preteso con ciascun atto) oppure attendere azioni cautelari (ipoteca, fermo amministrativo) o esecutive (pignoramento) basati sul titolo esecutivo non notificato e ricorrere, con il supporto tecnico di un avvocato, ex articolo 615 del codice di procedura civile per eccepire l’invalidità del titolo esecutivo e chiederne l’annullamento.

L’importante è che sia stato effettuato accesso agli atti presso Agenzia delle Entrate Riscossione e sia stata verificata l’assenza di relate attestanti la corretta notifica degli atti che si ritiene di impugnare successivamente, in mano alla controparte. Altrimenti ci rimette le spese legali e dovrà comunque pagare i debiti.

1 Marzo 2019 · Paolo Rastelli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Estratto di ruolo da cui emergono atti mai notificati – Fare ricorso subito o attendere?