Sanzione amministrativa per violazione Codice della strada – Pagamento con sconto del 30% entro cinque giorni ma senza corrispondere le spese di notifica

Il 10 maggio 2019 ho pagato tramite bonifico bancario, con lo sconto del 30%, una multa notificatami il 9 maggio che comprendeva un bollettino bianco (senza importo in calce). In assoluta buona fede ho effettuato il pagamento solo dell’importo ridotto della sanzione senza le spese di notifica. Da circa 10 gg sono trascorsi i 60 gg per poter saldare l’importo mancante e io mi sono accorta di questa leggerezza solo oggi.

Come devo comportarmi? Potrebbe arrivarmi la multa raddoppiata? Conviene recarmi al comando di Polizia che mi ha notificato la multa?

Innanzitutto va ricordato che l’articolo 202 del codice della strada, pur prevedendo il bonifico bancario tra le possibili modalità di pagamento delle sanzioni amministrative pecuniarie, non contieneva alcuna previsione in ordine all’effetto solutorio in caso di pagamento effettuato con tale mezzo.

La questione è stata poi chiarita e risolta dall’articolo 17 quinquies del decreto legge 18/2016, secondo il quale per i pagamenti diversi da quelli in contanti o tramite conto corrente postale, l’effetto liberatorio del pagamento si produce se l’accredito a favore dell’amministrazione avviene entro due giorni dalla data di scadenza del pagamento.

Pertanto sette sono i giorni a disposizione del trasgressore per pagare la sanzione amministrativa con lo sconto del 30%: il calcolo del termine avviene iniziando a contare dal giorno successivo della notifica del verbale.

L’articolo 206 del Codice della strada prevede Il pagamento effettuato in misura inferiore rispetto a quanto previsto dal codice, non ha valore quale pagamento ai fini dell’estinzione dell’obbligazione. La somma versata e’ tenuta in acconto per la completa estinzione dell’obbligazione conseguente al verbale divenuto titolo esecutivo, e la somma da iscrivere a ruolo è pari alla differenza tra quella dovuta e l’acconto fornito.

L’eventuale pagamento, oltre sessanta giorni dalla contestazione o notifica del verbale, ma prima della formazione del ruolo, è pari alla somma dovuta oltre alle spese del procedimento e non dà luogo all’emissione del ruolo stesso.

Quindi, al massimo le arriverà una cartella esattoriale o un’ingiunzione fiscale per le spese di notifica: ma se preferisce, può contattare l’ufficio comunale preposto al pagamento delle sanzioni amministrative per violazione al Codice della strada, per saldare quanto residua prima che intervenga l’iscrizione a ruolo.

22 Luglio 2019 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Sanzione amministrativa per violazione al Codice della strada con contestazione immediata pagata dal conducente - Il verbale verrà notificato anche al proprietario del veicolo?
In data 08/04/2019 sono stato fermato dalla guardia di finanza, che mi ha fatto una multa di 56 euro, tramite contestazione immediata, per aver effettuato un sorpasso oltrepassando la linea continua. Il giorno seguente ho pagato la multa tramite bollettino postale, per un importo di 39,20 euro, visto che se si effettua il pagamento entro 5 giorni dalla data del l'infrazione, viene applicato uno sconto del 30%. Successivamente mi sono recato agli uffici della Gdf, per consegnargli il bollettino del pagamento. Ora la mia domanda é, visto che il sottoscritto era il conducente dell'auto sanzionata, ma non il proprietario, considerato ...

Opposizione a cartella di pagamento per la riscossione di una sanzione amministrativa per violazione del codice della strada ormai prescritta
Ho ricevuto notifica di una cartella di pagamento riferita ad un verbale di multa notificato più di cinque anni. E' normale che mi si richieda il pagamento coattivo di una sanzione amministrativa riferita ad una violazione del codice della strada risalente a più di un quinquennio? Come posso difendermi? ...

Pagamento parziale o in ritardo di una sanzione amministrativa per violazione del codice della strada
L'articolo 206 del Codice della strada prevede che il pagamento effettuato in misura inferiore rispetto a quanto previsto non ha valore quale pagamento ai fini dell'estinzione dell'obbligazione. La somma versata è tenuta in acconto per la completa estinzione dell'obbligazione conseguente al verbale divenuto titolo esecutivo, e la somma da iscrivere a ruolo (da affidare alla riscossione coattiva del concessionario) è pari alla differenza tra quella dovuta e l'acconto fornito. L'eventuale pagamento, oltre sessanta giorni dalla contestazione o notifica del verbale, ma prima della formazione del ruolo (prima dell'avvio della riscossione coattiva), è pari alla somma dovuta oltre alle spese del ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Sanzione amministrativa per violazione Codice della strada – Pagamento con sconto del 30% entro cinque giorni ma senza corrispondere le spese di notifica