Comunicazione all'INPS di non voler effettuare il secondo acconto Irpef

Mi è stata trattenuta l'intera mensilità della pensione del mese di Novembre 2019: tale evenienza è stata applicata da INPS, nonostante abbia inviato raccomandata A/R alla sede centrale di Roma, dove chiedevo in ottemperanza della legge vigente di non effettuare trattenute riferite al 2° acconto IRPEF 2018,in quanto sono cambiate le condizioni anno di riferimento. Grazie e saluti.

La comunicazione andava fatta pervenire all'INPS entro il 30 settembre scorso: per questo meglio consegnare l'istanza direttamente alla sede dell'Istituto nazionale di Previdenza Sociale, territorialmente competente, piuttosto che inoltrarla con raccomandata A/R della quale si conosce solo la data di consegna all'ufficio postale, ma non è certo né quando parte, né quando (e se) perviene al destinatario.

3 novembre 2018 · Giorgio Valli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

fisco tributi e contributi
pensione anzianità e di vecchiaia

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Omesso versamento ritenuta d'acconto » Datore di lavoro e dipendente responsabili in solido
E' responsabile anche il dipendente nel caso in cui il datore non versi al fisco la ritenuta d'acconto. Il lavoratore e il datore sono responsabili in solido per l'omesso versamento della ritenuta d'acconto. Il rapporto che si costituisce tra il sostituto d'imposta e il sostituito è quello di una obbligazione ...
Acconto e caparra confirmatoria » Quali sono le differenze?
Caparra confirmatoria e acconto: che differenza c'è? Quando parliamo di “acconto” o di “caparra” ci riferiamo sempre ad un anticipo di denaro sul pagamento di un prezzo. Ma la differenza tra caparra e acconto, sia sotto l'aspetto tributario che del rapporto tra le parti, è sostanziale, e di conseguenza non ...
Compensazione dei crediti tributari in presenza di debiti della PA accertati giudizialmente
Nel giudizio di ottemperanza con cui un cittadino richiede nei confronti della pubblica amministrazione il pagamento di un credito accertato giudizialmente l'amministrazione medesima non può eccepire l'esistenza di un proprio credito e, quindi, invocare la compensazione. È, infatti, stato confermato il principio espresso con la sentenza della stessa Suprema Corte ...
Pillole tributarie - L'invito a condono vincola l'Agenzia, per il ravvedimento operoso basta il pagamento di un acconto, imposta di registro agevolata e piani urbanistici particolareggiati
Qualora un contribuente riceva la comunicazione dell'Agenzia delle Entrate che lo rende edotto della facoltà di definizione dei carichi di ruolo pregressi (articolo 12, legge 289/2002) ed egli, avvalendosi di tale facoltà, compie tutti gli adempimenti connessi, ivi compreso il pagamento di quanto necessario a tal fine (25% delle cartelle ...
Termini di decadenza per gli accertamenti tributari
L'avviso di accertamento deve recare l'indicazione dell'imponibile o degli imponibili accertati, delle aliquote applicate e delle imposte liquidate, al lordo e al netto delle detrazioni, delle ritenute di acconto e dei crediti d'imposta, e deve essere motivato in relazione ai presupposti di fatto e le ragioni giuridiche che lo hanno ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca