Ho perso ogni speranza - Che possibilità abbiamo di sopravvivere?

Avevamo un piccolo negozio di alimentari fino al 2007, chiuso nel 2014: da allora viviamo con quello che era rimasto ora finito, siamo disoccupati dal 2007 senza pensione 65 anni lui 64 lei, siamo conviventi da 35 anni.

Equitalia ci martella di cartelle attualmente circa 30 mila euro abbiamo un alloggetto intestato a lei anche il negozio lo era.

Ripeto non abbiamo nessunissima entrata, che possibilità abbiamo di sopravvivere?

Mai perdere la speranza: lei vive il destino comune di tantissimi italiani e non deve lasciarsi andare alla disperazione. Intanto, al compimento di 65 anni e 7 mesi di età, già può fare domanda per l'assegno sociale (poi lo farà anche la sua compagna fa un anno e mezzo, la proprietà dell'alloggio non è ostativa).

Si rivolga ad un CAF per presentare istanza, lei ne ha diritto: spesso siamo proprio noi italiani a vergognarci di fruire di questo beneficio, mentre la gente viene dall'estero per approfittarne.

Certo, non si tratta di un cifra che ci cambia la vita: ma 448 euro, per tredici mensilità, nette e non tassabili, possono aiutare, soprattutto chi è abituato ad una vita senza eccessi.

Le cartelle esattoriali non costituiscono un problema: la casa di cui è titolare la sua compagna non è pignorabile, se è l'unica di proprietà e se la proprietaria vi risiede. Così anche l'assegno sociale: non potrà essere pignorato.

11 dicembre 2017 · Annapaola Ferri

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ho debiti ma sono nullatenente

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Dichiarazione IVA omessa o infedele - Quando non è punibile
La Corte costituzionale, con sentenza 80/14 ha dichiarato, l'illegittimità costituzionale della norma che, con riferimento ai fatti commessi sino al 17 settembre 2011, punisce l'omesso versamento dell'imposta sul valore aggiunto, dovuta in base alla relativa dichiarazione annuale, per importi non superiori, per ciascun periodo di imposta, ad Euro 103 mila. ...
Limitazioni all'uso del contante e dei titoli al portatore - La soglia sale a 3 mila euro
Dal 1° gennaio 2016 è vietato il trasferimento di denaro contante o di libretti di deposito bancari o postali al portatore o di titoli al portatore in euro o in valuta estera, effettuato a qualsiasi titolo tra soggetti diversi, quando il valore oggetto di trasferimento è complessivamente pari o superiore ...
Equitalia » Fuori le carte di chi ha iscritto ipoteche per crediti sotto 8.000 euro
Ora Equitalia deve pubblicare le carte e i nomi di chi ha iscritto le ipoteche per crediti sotto gli 8 mila euro. Dopo il procedimento penale a carico del funzionario dell'agente della riscossione originato dalla querela del contribuente a causa dell'iscrizione ipotecaria effettuata sull'immobile di proprietà di quest’ultimo per crediti ...
Equitalia » Dopo la fine della sanatoria ecco la guida alla riscossione
Come abbiamo accennato in precedenti interventi, è giunta al termine la tanto amata sanatoria delle cartelle esattoriali di Equitalia prevista dalla legge di stabilità 2014. Grazie alla mini sanatoria, è stato permesso a migliaia di contribuenti debitori, circa 145.000, di pagare in un'unica soluzione il proprio debito con Equitalia escludendo, ...
Iscrizione di ipoteca esattoriale – istanza di cancellazione delle ipoteche per debiti inferiori ad 8 mila euro
Dal 22 febbraio 2010 blocco delle iscrizioni ipotecarie sotto gli 8 mila euro: e per chi si trova nella situazione di avere un'ipoteca per debiti inferiori agli 8 mila euro, Equitalia ha messo a disposizione la modulistica con cui presentare l'istanza di cancellazione «che sarà effettuata», spiega Marco Cuccagna, direttore ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca