L'ufficiale giudiziario può chiudere un pignoramento come infruttuoso in base a documenti esibiti dal debitore?

Ho vinto una causa contro il mio ex datore di lavoro e non volendo saldare il conto, abbiamo proceduto a pignorare i beni della sua società.

Purtroppo il pignoramento è stato chiuso dando un esito negativo, in quanto il mio datore di lavoro ha riferito all'ufficiale giudiziario di aver venduto i suoi beni mobili ad un altra società con regolare fattura! Quindi l'ufficiale giudiziario chiude la pratica e se ne va. Leggendo il verbale scopro che la società a cui ha venduto i beni è stata costituita 11 giorni dopo la data dell ingiunzione di pagamento e la società è del mio datore di lavoro! Ma l ufficiale giudiziario ha fatto il suo dovere? O doveva procedere comunque al pignoramento? Se vengono a pignorare a casa mia posso dire tranquillamente che ho venduto tutto a mia sorella! Tanto la fattura non è stata richiesta ad un s.r.l. figuriamoci a me.

Nel “pignoramento mobiliare” presso il debitore opera una “presunzione legale di appartenenza (o proprietà )” dei beni mobili presenti nella sua “casa” (o azienda o altro luogo a lui appartenente).

Al di fuori delle ipotesi previste dalla legge (impignorabilità di alcuni beni indicati dall'articolo 514 del codice di procedura civile), ipotizzare che l'ufficiale giudiziario abbia la possibilità di valutare l titoli giuridici idonei a giustificare l'eventuale appartenenza a terzi dei beni da sottoporre a pignoramento costituisce un'eventualità del tutto estranea al sistema delineato dal codice di procedura civile e dalle norme speciali.

Dunque, l'attività dell'ufficiale giudiziario è meramente esecutiva e non può mai ammettersi che egli abbia il potere discrezionale di decidere autonomamente di rifiutarsi di procedere al pignoramento mobiliare dei beni che si trovano nella casa del debitore, nella sua e negli altri luoghi a lui appartenenti.

Insomma, l'ufficiale giudiziario, alla luce della sentenza della Corte di Cassazione numero 23625 del 20 dicembre 2012, non può comunque esimersi dal procedere al pignoramento. Al proprietario dei beni pignorati resta la possibilità di ricorrere allo strumento processuale dell'opposizione del terzo all'esecuzione per mostrare al giudice la documentazione attestante l'effettiva proprietà dei beni pignorati ed ottenere, eventualmente, la loro liberazione.

15 settembre 2015 · Loredana Pavolini

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

La ricerca telematica dei beni del debitore da sottoporre a pignoramento ed espropriazione
Su istanza del creditore procedente, il presidente del tribunale del luogo in cui il debitore ha la residenza, il domicilio, la dimora o la sede, verificato il diritto della parte istante a procedere ad esecuzione forzata, autorizza la ricerca con modalità telematiche dei beni da pignorare. Il presidente del tribunale ...
Recupero crediti: ora più semplice » Per l'ufficiale giudiziario sarà possibile la consultazione dell'Anagrafe Tributaria
Novità per quanto riguarda il recupero crediti: con la riforma della giustizia, sarà dato il via libera all'interrogazione dell'Anagrafe tributaria e dei conti correnti da parte del creditore. Se le innovazioni al processo di recupero crediti saranno approvate in via definita, per i debitori si prospetteranno tempi davvero duri. Infatti, ...
Le nuove armi a disposizione del creditore » Tutto sull'uso dello strumento telematico da parte dell'ufficiale giudiziario per la ricerca dei beni del debitore
Con la riforma della giustizia l'ufficiale giudiziario, per la ricerca dei beni del debitore, avrà dalla sua l'uso dello strumento telematico. La riforma della giustizia introduce la ricerca con modalità telematiche dei beni da pignorare, strumento che potrebbe rivelarsi particolarmente utile per soddisfare le pretese, spesso deluse, dei creditori. A ...
La notifica del pignoramento rende le quote di una srl indisponibili al debitore
Il pignoramento consiste in un'ingiunzione che l'ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito esattamente indicato i beni che sì assoggettano all'espropriazione e i frutti di essi, così realizzando un vincolo di indisponibilità del bene in favore del creditore pignorante. Con ...
Adesso l'ufficiale giudiziario ha diritto ad un compenso commisurato al recuperato - In pratica lavora per il creditore ed è controparte del debitore
Quando si procede alle operazioni di pignoramento presso terzi o di pignoramento mobiliare, gli ufficiali giudiziari sono retribuiti mediante un ulteriore compenso, che rientra tra le spese di esecuzione ed è dimezzato nel caso in cui le operazioni non vengano effettuate entro quindici giorni dalla richiesta, stabilito dal giudice dell'esecuzione: ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca

Forum

Domande