Limite pagamento in contanti – Basta confusione » Non se ne può più

Fra annunci poi smentiti, leggi approvate salvo intese e decreti che modificano le leggi appena approvate qualche giorno prima, sono veramente disgustato e confuso sul limite di utilizzo del contante a partire da gennaio 2020. Vorrei evitare eventuali sanzioni sempre in agguato.

La conversione in legge del decreto fiscale collegato alla Legge di Bilancio ha nuovamente messo mano alla soglia da cui scatta il divieto di utilizzare i contanti per i pagamenti, portandola da 3 mila a 2 mila euro a partire dal primo luglio 2020, e poi a mille euro dal primo gennaio 2022. Si tratta di limiti che intervengono nel trasferimento di denaro per qualsiasi ragione: in pratica, salvo modifiche, dal primo gennaio 2022 per comprare un qualsiasi bene del costo superiore o uguale a mille euro, non sarà possibile pagare in contanti.

Per le violazioni commesse e contestate dal 1/7/2020 la sanzione minima applicabile sarà di 2 mila euro; dal 1/1/2022 varierà ulteriormente a 1.000 euro.

Fino al 30 giugno 2020, pertanto, il limite di utilizzo dal contante resta ancorato all’importo di tremila euro.

Ricordiamo che la normativa vigente stabilisce che gli stipendi del settore privato devono essere pagati in modo tracciabile, ovvero con bonifici bancari, pagamenti elettronici, assegni o pagamenti tramite un conto corrente di tesoreria a prescindere dall’importo. In breve, nel settore privato non possono essere utilizzati contanti consegnati direttamente al lavoratore, e che la firma del lavoratore sulla busta paga non costituisce prova di pagamento.

Anche per gli stipendi del settore pubblico e le pensioni, restano intatte le norme antiriciclaggio secondo le quali i pagamenti per importi uguali o superiori a mille euro devono essere eseguiti utilizzando esclusivamente bonifici bancari o postali o accredito attraverso carte con IBAN. Sono esclusi da tale obbligo i pagamenti della tredicesima mensilità.

1 Gennaio 2020 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Limitazioni uso contante - Ecco cosa cambia a partire da Gennaio 2020
Ho saputo che a partire dal nuovo anno, Gennaio 2020, ci saranno nuove limitazioni all'uso del contante, soprattutto per pagare in strutture pubbliche. Vorrei sapere nel dettaglio cosa cambierà. ...

Versamento contanti in banca per denaro conservato in casa - Potrebbe rappresentare un potenziale indizio di redditi percepiti in nero e mai dichiarati
Per molti anni io e mia moglie abbiamo conservato denaro contante a casa per un totale di 25 mila euro frutto i risparmi, regali eccetera dei miei genitori. La paura dei continui furti nelle abitazioni però ci ha fatto versare i contanti nel conto corrente suddividendoli in tre anni 2015-2016-2017 e restando sempre attenti a non superare i limiti del contante. Ora mi chiedo potremmo avere problemi con questa cifra circa 8 mila euro all'anno senza prove scritte? ...

Pagamenti con carta di credito - Ecco quando optare per i contanti per non spendere di più
Ho notato, purtroppo, che in Italia, per molti servizi, pagando con carta di credito si va a spendere di più, a causa di alcuni balzelli: mi sembra paradossale dato che proprio in questi giorni si legifera per disincentivare l'uso del contante. Prima di tutto, è lecito questo tipo di pratica? Come contrastarla? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Limite pagamento in contanti – Basta confusione » Non se ne può più