Licenziata verbalmente con decorrenza immediata – Avrei avuto diritto ad un minimo di preavviso?


Argomenti correlati:

Sono stata assunta presso un call center con contratto cococo (tipo B0300) con scadenza 30 giugno, ma sono stata licenziata a voce da un giorno all’altro senza preavviso. È possibile una cosa del genere? O avrebbero dovuto darmi un minimo di preavviso?

La normativa vigente stabilisce che il datore di lavoro è tenuto a comunicare il licenziamento in forma scritta e la giurisprudenza, in più occasioni, ha ribadito che il licenziamento verbale (orale o a voce) è inefficace.

In altre parole, il licenziamento comunicato solo a voce non produce alcun effetto e, in particolare, non interrompe il rapporto di lavoro tra le parti, sicché il datore di lavoro deve, nel frattempo, continuare a erogare la busta paga al lavoratore.

Lei deve immediatamente inviare al datore di lavoro una raccomandata A/R (preferibilmente in piego cartaceo) dichiarando di essere a disposizione per la ripresa immediata dell’attività, e riportando l’episodio e il nome del soggetto che l’ha allontanata dal posto di lavoro licenziandola verbalmente. Altrimenti, il datore di lavoro potrebbe asserire che lei si sia assentata volontariamente, ed ingiustficatamente, dal posto di lavoro.

Poi, sarà necessario iscriversi ed affidarsi ad un sindacato dei lavoratori che opera sul territorio in cui lei risiede.

19 Giugno 2018 · Tullio Solinas



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Licenziata verbalmente con decorrenza immediata – Avrei avuto diritto ad un minimo di preavviso?