Licenziata verbalmente con decorrenza immediata - Avrei avuto diritto ad un minimo di preavviso?

Sono stata assunta presso un call center con contratto cococo (tipo B0300) con scadenza 30 giugno, ma sono stata licenziata a voce da un giorno all'altro senza preavviso. È possibile una cosa del genere? O avrebbero dovuto darmi un minimo di preavviso?

La normativa vigente stabilisce che il datore di lavoro è tenuto a comunicare il licenziamento in forma scritta e la giurisprudenza, in più occasioni, ha ribadito che il licenziamento verbale (orale o a voce) è inefficace.

In altre parole, il licenziamento comunicato solo a voce non produce alcun effetto e, in particolare, non interrompe il rapporto di lavoro tra le parti, sicché il datore di lavoro deve, nel frattempo, continuare a erogare la busta paga al lavoratore.

Lei deve immediatamente inviare al datore di lavoro una raccomandata A/R (preferibilmente in piego cartaceo) dichiarando di essere a disposizione per la ripresa immediata dell'attività, e riportando l'episodio e il nome del soggetto che l'ha allontanata dal posto di lavoro licenziandola verbalmente. Altrimenti, il datore di lavoro potrebbe asserire che lei si sia assentata volontariamente, ed ingiustficatamente, dal posto di lavoro.

Poi, sarà necessario iscriversi ed affidarsi ad un sindacato dei lavoratori che opera sul territorio in cui lei risiede.

19 giugno 2018 · Tullio Solinas

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

lavoro e diritti

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Mancato preavviso di rilascio dell'immobile locato da parte del conduttore - La consegna delle chiavi al locatore non salva dal pagamento del corrispettivo
La funzione a cui risponde il preavviso del rilascio dell'immobile locato da parte del conduttore è quella di concedere al locatore il lasso di tempo presumibilmente necessario per reperire altro conduttore, senza perdere il diritto al compenso per l'uso dei locali; così come la funzione del preavviso dovuto dal locatore ...
Apertura di credito - Obbligo di preavviso per il recesso o la riduzione dell'affidamento
In tema di apertura di credito (o fido), qualora l'operazione regolata in conto corrente sia a tempo indeterminato, il recesso può essere esercitato nel rispetto del termine di preavviso stabilito dagli usi o, in mancanza, entro 15 giorni. La disciplina legislativa, tuttavia, è sovente derogata convenzionalmente: spesso, infatti, si prevede ...
Distacco della fornitura di energia elettrica senza preavviso? » Scatta il risarcimento danni
Il distacco, da parte del fornitore, dell'erogazione di energia elettrica senza preavviso, e senza la prova documentale di un contratto, determina una responsabilità extracontrattuale del gestore. In questo caso, il consumatore ha diritto al risarcimento danni non patrimoniale. Ciò è quanto si evince dalla sentenza 334/2014, emessa dal giudice di ...
Preavviso di segnalazione in Centrale Rischi - Se omesso la segnalazione è illegittima
Ai fini della liceità e della correttezza delle segnalazioni in Centrale Rischi gestite da società private, in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti, è necessario che il preavviso di segnalazione sia non solo inviato, ma altresì pervenuto all'indirizzo del debitore al quale è destinato. Nel caso ...
Obbligo e durata del preavviso nel rapporto di lavoro subordinato
Nel rapporto di lavoro dipendente, il preavviso si pone come condizione di legittimità del recesso, la cui inosservanza è sanzionata dall'obbligo di corrispondere da parte del recedente una indennità sostitutiva; pertanto esso non può essere preventivamente escluso dalla volontà delle parti, né essere limitato nella sua durata rispetto a quello ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca