Lesione del diritto di prelazione dopo richiesta passaggio da tempo parziale a tempo pieno

Ho letto la risposta gentilmente data e inoltro ulteriore domanda. Come si svolge una causa di lavoro e quali conseguenze si possono avere?

Come le dicevo nel post precedente, lei deve essere innanzitutto sicura che le nuove assunzioni a tempo pieno riguardino lo svolgimento di mansioni equivalenti a quella cui lei è attualmente assegnata a tempo parziale.

Nell’ipotesi appena ricordata, potrà chiedere assistenza legale ad una organizzazione sindacale operante sul territorio in cui lavora. Innanzitutto, verrà esperito un tentativo di conciliazione finalizzato ad ottenere il passaggio da regime a tempo parziale a regime a tempo pieno. In caso di esito negativo della composizione bonaria del contenzioso, il suo legale presenterà ricorso al giudice del lavoro per vedere affermato il diritto al risarcimento danni per violazione delle norme sulla prelazione.

Le conseguenze a cui mi riferivo sono quelle evidentemente connesse all’inasprimento di un rapporto di lavoro con il datore di lavoro che, a quanto lei riferisce, è già abbastanza conflittuale.

21 Giugno 2014 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti dal blog

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Lesione del diritto di prelazione dopo richiesta passaggio da tempo parziale a tempo pieno