Coronavirus » La banca nega il prestito di liquidità con garanzia dello Stato adducendo futili pretesti

Ho inviato il modulo a mezzo PEC per ottenere il famoso prestito con garanzia statale fino a 25 mila euro: risposta dalla banca non a Mezzo PEC come avrebbe dovuto, ma per via telefonica telefonica, con cui la banca riferisce che l’importo da erogare è di 3 mila e 500 euro e che le loro regole non permettono l’erogazione di importi minimi perché non vale la pena istruire la pratica. Intanto anche se pochi a me servono.

Cosa Fare e a quale banca inviare la richiesta?

Ci risiamo con gli abusi e i soprusi da parte delle banche! Deve esigere risposta scritta: su tale risposta potrà inoltrare reclamo e dopo 30 giorni rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF). Se si rifiutassero di risponderle per iscritto, invii una nuova PEC in cui reclama la mancata erogazione del prestito, accenna al contenuto della comunicazione telefonica intercorsa, e lamenta l’omessa diniego formulato nero su bianco.

Passati trenta giorni dall’invio della PEC, qualora permanga il silenzio circa l’erogazione del prestito o la risposta fornita per iscritto dalla banca persista nel negare il prestito per motivi risibili o nel ridurne l’entità senza chiare motivazioni, potrà presentare il ricorso online all’ABF seguendo le istruzioni riportate qui, previo versamento di 20 euro (contributo per le spese di procedura) che le saranno restituiti in caso di accoglimento del ricorso.

Non è richiesta assistenza tecnico legale, la procedura è assai semplice e si sostanzia nel riportare all’Arbitro Bancario Finanziario quanto già contestato alla controparte in sede di reclamo.

4 Maggio 2020 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Vorrei sapere perché la banca nega l'apertura di un conto corrente cointestato con mio figlio
Mi piacerebbe sapere perché una banca nega l'apertura di un conto corrente cointestato con mio figlio: premesso che, sia io che mio figlio siamo già clienti della banca di altri conti correnti intestati singolarmente o cointestati con terzi. Tramite il call center, la banca risponde che la richiesta da me fatta per l'apertura del conto corrente é stata rifiutata però non mi dà ne la motivazione, né una comunicazione scritta protocollata. La loro risposta é: ... abbiamo inviato comunicazione scritta, dove comunque non viene specificato il motivo del diniego. ; comunicazione mai arrivata al sottoscritto. ...

Prestito negato e merito creditizio - La banca deve fornire motivazioni al cliente a cui nega il finanziamento
Qualora la banca, nell'ambito della propria autonomia gestionale, decida di non accettare una richiesta di finanziamento, è necessario che fornisca riscontro con sollecitudine al cliente; nell'occasione, anche al fine di salvaguardare la relazione con il cliente, andrà verificata la possibilità di fornire indicazioni generali sulle valutazioni che hanno indotto a non accogliere la richiesta di credito (d.lgs. 13 agosto 2010, n. 141). Alla luce della norma appena citata è possibile riconoscere un più significativo rilievo alle esigenze informative del cliente ed affermare, conseguentemente, in tema di valutazione del merito creditizio, la necessità di fornire indicazioni in ordine alle ragioni che ...

La banca a garanzia del prestito mi ha imposto l'acquisto di azioni
Ho ottenuto un prestito di euro 200 mila: la banca mi ha imposto di investire euro 40 mila in loro azioni. Mi ha fatto mettere queste azioni a garanzia del prestito. Dopo qualche anno il valore di queste azioni è sceso a 24/25 mila ed io, avendo delle rate arretrate, sono stato costretto a venderle per pagare le rate. Ora mi hanno messo in sofferenza. La domanda è: il valore della perdita (circa 15.000 euro) può essere considerato come costo aggiuntivo del prestito ai fini del raggiungimento del tasso soglia di usura? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Coronavirus » La banca nega il prestito di liquidità con garanzia dello Stato adducendo futili pretesti