Borsa di studio che vorrei chiedere all'università che frequento

Ringrazio per la risposta che mi ha dato i precedenza, ma credo di non avere spiegato la situazione in modo chiaro.

La questione è che sto valutando la possibilità di richiedere una borsa di studio per reddito alla mia università. Adesso risiedo con mia mamma. I miei genitori sono divorziati e il reddito di mia mamma non mi permetterebbe di concorrere per la borsa di studio. Il reddito di mio papà è invece sufficientemente basso. L'ISEE va presentato a luglio.

Fino alla scorsa dichiarazione dei redditi risultavo per intero a carico di mia mamma ma, se fosse possibile farlo, non avrei problemi a mettermi per intero a carico di mio papà nella prossima dichiarazione (quella per i redditi del 2011, sulla quale andrà calcolato l'ISEE).

Le mie domande sono:
1) Posso mettermi a carico di mio papà?
2) Se si, una volta a suo carico faccio parte del suo nucleo a fini ISEE anche se risiedo con mia mamma?
3) Se no, è possibile trovare una soluzione per risultare nel suo nucleo a fini ISEE?

1) In tema di detrazioni per figli a carico è prevista la ripartizione al 50 per cento tra i genitori non legalmente ed effettivamente separati. In alternativa, e se c'è accordo tra le parti, si può scegliere di attribuire tutta la detrazione al genitore che possiede il reddito più elevato. Questa facoltà consente a quest’ultimo, nel caso di incapienza dell'imposta del genitore con reddito più basso, il godimento per intero delle detrazioni.

Ecco perchè sua madre può dichiararla al 100% a suo carico. Ed ecco, perchè, volendo, si può tornare alla situazione di carico fiscale ripartito al 50% ciascuno. Per essere precisi, se non c'è accordo, lei è a carico dei sui genitori per il 50% ciascuno. In pratica, se sua madre, ad aprile 2012, detrae il 100% e suo padre il 50%, sua madre verrà sanzionata per aver fruito di detrazioni non dovute.

2) No. Perché se un soggetto risulta a carico ai fini IRPEF di più persone, si considera componente del nucleo familiare della persona della cui famiglia anagrafica fa parte.

3) No. Perchè per quanto esposto al punto 1) suo padre non può dichiararla a carico fiscale per una quota del 100%.

19 gennaio 2012 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

dichiarazione redditi
ISEE

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Borse di studio ed IRPEF - Le cose da sapere per non incorrere in sanzioni
La percezione di una borsa di studio dà origine ad un reddito assimilato quando il beneficiario non è legato da un rapporto di lavoro dipendente con il soggetto erogante, in quanto, altrimenti, le somme erogate si cumulano agli altri emolumenti corrisposti a titolo di lavoro dipendente. Le borse di studio ...
Borse di studio e fisco » Come funziona: Il vademecum
Tassazione e dichiarazione redditi per le borse di studio: Quali sono detrazioni e deduzioni. Obiettivo dell'articolo è informare il lettore sui casi che riguardano gli studenti: dal regime fiscale alla deducibilità delle erogazioni liberali. Per quanto riguarda i redditi da dichiarare ai fini Irpef è molto frequente che gli studenti ...
DSU ISEE per minorenne - Nucleo familiare con padre non convivente non coniugato e senza figli riconosciuti con altre donne
Ho letto che per una coppia di fatto come la mia il nucleo famigliare è quello dello stato di famiglia: mamma e bambino, perchè il papà è residente altrove e non siamo sposati. Vorrei sapere se a Torino esiste una delibera specifica per cui va considerato anche il padre per ...
Il reddito dello studio associato va sempre assoggettato ad IRAP a meno che ...
L'esercizio in forma associata di una professione liberale costituisce circostanza di per sé idonea a far presumere l'esistenza di un'autonoma organizzazione di strutture e mezzi, ancorché non di particolare rilevanza economica, nonché dell'intento di avvalersi della reciproca collaborazione e competenze, ovvero della sostituibilità nell'espletamento di alcune incombenze. Si può pertanto ...
Delegare le pulizie dello studio rende soggetti ad IRAP?
L'addetto alle pulizie di uno studio professionale che si avvale in gran parte di strumenti forniti dal titolare dello studio è un lavoratore dipendente e non un collaboratore esterno (CdA Firenze sent. numero 913 del 29 gennaio 2010). Conseguentemente, il professionista che si avvale di una persona terza per l'esecuzione ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca