Isee e reddito di cittadinanza per soggetto convivente con compagna, padre e fratello della compagna


Sono invalido 100%, disoccupato, ho trasferito la mia residenza a casa della mia compagna (convivente di fatto) per farle usufruire della 104: ora avendo esaurito la NASpI vorrei chiedere il reddito di cittadinanza ma avendo la stessa residenza anche mio suocero ed mio cognato i loro redditi si sommano al mio? E se si che alternative ho per avere un sostentamento in quanto il mio assegno di invalidità ammonta a 287 euro.

Bisogna sempre ricordare che il reddito di cittadinanza non è un beneficio assegnato al singolo individuo, ma al nucleo familiare di cui l’individuo fa parte: pertanto i requisiti per accedere al reddito di cittadinanza sono riferiti al nucleo familiare: ne discende che, nella fattispecie, redditi percepiti e patrimoni detenuti dal nucleo familiare, per la verifica del diritto di attribuzione del reddito di cittadinanza, saranno quelli risultanti dalla somma di redditi e patrimoni di compagna, fratello e padre della compagna, oltre ai quelli propri dell’invalido disoccupato.

Per cambiare le cose bisogna uscire dallo stato di famiglia in cui è incluso l’invalido disoccupato, cioè andare a risiedere altrove.

31 Agosto 2021 · Roberto Petrella



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Isee e reddito di cittadinanza per soggetto convivente con compagna, padre e fratello della compagna