Nuovo lavoro in Germania per un componente del nucleo familiare e reddito di cittadinanza

Io vivo con i miei genitori (siamo 5 compresi tre fratelli maggiorenni) ed usufruiamo del reddito di cittadinanza (1050 €), ma mio fratello, che ha 23 anni, a breve vuole andare a lavorare in Germania e guadagnerebbe 1600 euro al mese: cosa dobbiamo fare per non perdere il reddito di cittadinanza? Mio fratello come fa a togliersi dal nucleo familiare? Altrimenti mio padre perde il reddito di cittadinanza?

Ricordiamo che, ai fini della DSU/ISEE 2020, un soggetto maggiorenne non convivente con i propri genitori non fa parte del nucleo familiare di origine se, e solo se, ha già compiuto i 26 anni.

Un soggetto maggiorenne, non convivente con i propri genitori, ma con ètà inferiore a 26 anni, rientra sempre nel nucleo familiare dei propri genitori, a meno che non sia coniugato e/o abbia figli , oppure abbia percepito, nel 2018, un reddito superiore a 2.840,51 euro.

Prima di partire per la Germania per prendere servizio presso il datore di lavoro tedesco, suo fratello dovrà comunicare all’INPS con il modello RDC/PDC COM Esteso, l’esistenza della nuova situazione lavorativa. Dovrà altresì comunicare il reddito previsto per l’anno solare di avvio dell’attività (3200 euro se inizia a novembre). A gennaio 2021, inoltre, dovrà presentare il reddito presunto per l’anno solare 2021.

Probabilmente il reddito di cittadinanza del nucleo familiare revocato, a partire dal gennaio 2021, in ragione della nuova situazione reddituale. Appena stabilitosi in Germania, suo fratello si iscriverà all’AIRE (Anagrafe degli Italiani residenti all’Estero). Tuttavia, continuerà a far parte del nucleo familiare di origine se non ha percepito reddito nel 2018.

Nel 2022 (ammesso che nel 2020 suo fratello sia riuscito a guadagnare più di 2840,51 euro lordi e che la situazione lavorativa rimanga stabile) il lavoratore emigrato in Germania, pur non avendo ancora compiuto 26 anni, uscirà dal nucleo familiare dei genitori. Il nucleo familiare di origine residuo rimasto in Italia (genitori e due fratelli) potrà presentare istanza di reddito di cittadinanza.

Per continuare a mantenere il reddito di cittadinanza al nucleo familiare di appartenenza (sebbene ridotto per le questioni legate alla riduzione della scala di equivalenza), nello spazio di tempo che intercorre fino al momento in cui verrà occupato il posto di lavoro resosi disponibile in Germania suo fratello dovrebbe sposarsi (e andare a vivere con la moglie dai suoceri o in una casa diversa da quella occupata dai genitori) oppure avere un figlio ed andare a vivere altrove. Una missione, purtroppo, quasi impossibile.

4 Ottobre 2020 · Genny Manfredi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Reddito di cittadinanza - Lo svolgimento di lavoro subordinato da parte di un componente del nucleo familiare è compatibile con l'accesso al beneficio?
Vivo, con i miei due figli maggiorenni a carico, in un'abitazione dove convivevo con il mio ex marito prima della separazione: percepisco come reddito esclusivamente l'assegno mensile sancito in fase di divorzio. Al fine di poter presentare la domanda per il reddito di cittadinanza, ho fatto redigere l'ISEE presso un CAF. Nella dichiarazione ISEE, però, vengono richieste le dichiarazioni dei redditi netti di ciascun componente del nucleo riferiti al secondo anno solare precedente (dunque il 2017). In quell'anno mia figlia non lavorava, ma ha cominciato a lavorare sei mesi fa. Mio figlio, invece, è ancora disoccupato. Vorrei sapere, se la ...

Reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza per gli aventi diritto - Quanto mi spetta » Importi del reddito di cittadinanza caricati sulla carta ad Integrazione dei redditi percepiti dal nucleo familiare
Per qualsiasi nucleo familiare (in cui esiste anche un solo elemento con età inferiore a 67 anni), il reddito di cittadinanza integra la somma complessiva dei redditi mensili dei componenti il nucleo familiare alla soglia base di 500 euro mensili, incrementata per ciascun minorenne presente nel nucleo familiare di 200 euro mensili. Fino ad un massimo complessivo di 1.050 euro/mese (1.100 euro/mese se qualora nel nucleo familiare sono presenti componenti in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza). Ad esempio, ipotizziamo un nucleo familiare formato da soli adulti e un bambino con un reddito annuo lordo (somma dei redditi ...

Reddito di cittadinanza e adesione al patto del lavoro - Obblighi per i componenti il nucleo familiare percipiente RDC pena la decadenza del beneficio
Sono mamma divorziata con tre figli: la prima figlia è maggiore di 18 anni frequenta ancora la scuola superiore, i due maschi sono minorenni. Ho richiesto il reddito di cittadinanza ed ho effettuato iscrizione ufficio di collocamento con adesione patto del lavoro. Vi chiedo se mia figlia maggiorenne e ancora studente deve iscriversi all'ufficio di collocamento per beneficiare tutto il nucleo familiare del reddito di cittadinanza? Oppure basta che sono inscritta solo io all'ufficio di collocamento come titolare del reddito cittadinanza? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Nuovo lavoro in Germania per un componente del nucleo familiare e reddito di cittadinanza