Isee a fini universitari per nuora iraniana residente da oltre due anni in Italia

Mia nuora iraniana (studentessa senza reddito) residente con mio figlio (appena laureato senza reddito) è nel mio nucleo familiare da oltre due anni, nell'iscriversi all'università ha fornito l'isee calcolato sul nostro nucleo familiare. L'università ha applicato la tassazione massima dicendo che doveva fornire i redditi inerenti la sua famiglia di origine iraniana.

E' corretta la posizione nostra o quella dell'università?

La studentessa iraniana, non producendo reddito che la renda economicamente indipendente, fa parte del nucleo familiare dei suoi genitori iraniani, almeno per quel che attiene la Dichiarazione Sostitutiva Unica per la determinazione dell'Indice della Situazione Economica Equivalente, DSU/ISEE, per l'Università.

Se la studentessa iraniana non è in grado di attestare il reddito percepito dai genitori, l'Università è legittimata ad applicare la tassazione massima, senza sconti o benefici.

Tuttavia, nel caso in cui, considerando anche i redditi del coniuge, siano soddisfatte le due condizioni di autonomia (residenza in Italia da oltre due anni, lontano dai propri genitori, e reddito della coppia coniugata di oltre 6.500 euro), la studentessa non deve essere attratta nel nucleo familiare dei genitori iraniani.

In tale ipotesi l'INPS ritiene possibile far riferimento, nella DSU ai fini ISEEU, al solo nucleo familiare che lo studentessa forma con il proprio coniuge e con i familiari conviventi di quest'ultimo (compilando coerentemente il Quadro A senza inserire nel quadro C anche i dati della DSU dei suoi genitori).

L'interpretazione autentica dell'articolo 8 comma 2, del DPCM 159/2013 è stata fornita dall'INPS nella FAQ MB2_10 del 14 ottobre 2015.

9 giugno 2018 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ISEEU - ISEE per Università
nucleo familiare isee - situazioni particolari
nucleo familiare ISEE/ISEEU e famiglia anagrafica

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE - Accesso alle agevolazioni per gli studenti universitari (ex ISEEU)
Per la richiesta di prestazioni per il diritto allo studio universitario (esempio agevolazioni per tasse universitarie, mensa e alloggi universitari a tariffa agevolata) è necessario fornire informazioni ulteriori rispetto a quelle contenute nella Dichiarazione Sostitutiva Unica standard. Questo perché occorre indicare alcuni dati sulla condizione del soggetto che intende richiederne, ...
Nucleo familiare dei coniugi fra loro non conviventi - Nucleo familiare dei figli fiscalmente a carico (celibi e senza figli) non conviventi con i genitori
Com'è noto, in generale, il nucleo familiare del richiedente è costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica (stato di famiglia) alla data di presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU). Nucleo familiare dei coniugi non conviventi I coniugi che hanno diversa residenza anagrafica fanno parte dello stesso nucleo familiare. A tal ...
L'indennità di accompagnamento corrisposta agli invalidi non può rientrare nel calcolo del reddito ai fini ISEE
Com'è noto, il DPCM 159/13 ha rivisto le modalità per la determinazione ed i campi d'applicazione dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE). In particolare, le nuove misure hanno incluso, nella definizione di reddito disponibile pure l'indennità di accompagnamento e i trattamenti risarcitori percepiti dai disabili a causa della loro accertata ...
Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE per l'accesso a prestazioni socio sanitarie - Il nucleo familiare ristretto
Le prestazioni sociosanitarie, ai sensi della definizione adottata a fini ISEE, sono identificate come le prestazioni sociali agevolate assicurate nell'ambito di percorsi assistenziali integrati di natura sociosanitaria. Si tratta di prestazioni rivolte a persone con disabilità e limitazioni dell'autonomia, ovvero interventi in favore di tali soggetti: di sostegno e di ...
Gratuito patrocinio - Nuove regole
Può essere ammesso al gratuito patrocinio chi è titolare di un reddito imponibile ai fini dell'imposta personale sul reddito, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a euro 11.493,82. Se l'interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca