Iscrizione Università a Roma – Come accedere a no tax area?

Sto per iscrivermi alla facoltà di Giurisprudenza della Sapienza: mi sono trasferita da Reggio Calabria qualche mese fa.

Al momento, mi mantengo come barista part-time, sono in regola, e guadagno circa 600 euro al mese.

Vivo a casa di mia nonna, che aveva un appartamento a Roma da tanti anni, al momento deceduta: ho trasferito qui la mia residenza.

Vorrei sapere se rientro, alla luce della nuova normativa, nella no tax area per quanto riguarda le spese universitarie.

La no tax area introdotta a partire dal 2017 si rivolge a tutti gli studenti iscritti al primo anno o a quelli successivi in tutte le Università statali: per chi ha un reddito da modello Isee inferiore ai 13.000 euro è prevista, per il primo anno, l’esenzione totale dal pagamento dalle tasse universitarie.

Dunque, la no tax area per l’università, è la soglia di reddito al di sotto della quale gli studenti universitari beneficiano delle agevolazioni circa l’importo da pagare per essere iscritti alla facoltà universitaria scelta.

Tale soglia, dall’anno accademico 2018 è stata aumentata e fissata per legge.

Di conseguenza la nuova tax area università ISEE è a 13.000 euro ed è valida in tutte le Università statali.

Ciò significa che le tasse universitarie per chi ha un ISEE fino a 13.000 euro saranno, come descritto in seguito:

  • per gli studenti di primo anno prevista l’esenzione totale dal pagamento dalle tasse universitarie.
  • per gli Studenti di secondo anno e oltre l’esonero dalle tasse universitarie è mantenuto solo se entro una certa scadenza, agosto, vengono raggiunti determinati requisiti di merito: 10 crediti per chi è iscritto al secondo anno e 25 crediti per chi è iscritto dal terzo in poi fino al primo anno fuori corso.

Dunque, presentando il suo ISEE, dato che lei forma un nucleo familiare a sé, fornirà una dichiarazione annuale pari a 7200 euro: ciò vuol dire che ha pieno diritto, per il primo anno, all’esenzione dalle tasse universitarie.

Per gli anni successivi dovrà mantenere i parametri sopra indicati per non pagare le tasse.

21 Dicembre 2017 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Nucleo familiare ISEE e famiglia anagrafica (stato di famiglia) per un militare di carriera che trasferisce la propria residenza presso un parente o un affine
Sono un militare e sono da poco stato trasferito per lavoro presso una diversa provincia rispetto a dove ho la residenza al momento: sto cercando casa e quando sarò trasferito effettivamente vorrei temporaneamente cambiare residenza presso alcuni parenti o amici. Se andrò a vivere da alcuni parenti o amici il mio reddito farà cumulo con quello di chi mi ospita? Ho letto che la legge 223 del 1989 fa un eccezione nel mio caso; bisogna però, al momento di cambiare la residenza, dichiarare all'ufficiale di anagrafe, che si cambia residenza per motivi militari, religiosi, o altro. ...

Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE per l'università - Vivo con mia nonna ed i miei genitori hanno divorziato
Ho 22 anni, quest'anno vorrei iscrivermi all'uni e vorrei capire come funziona il calcolo delle tasse. Ho residenza a casa di mia nonna da circa un anno e anche mio fratello (che è più grande e lavora). Ho visto che il modello ISEEU tiene conto del reddito dei genitori anche se non si risiede con loro. In questo caso si terrebbe conto del reddito di mia madre (dato che i miei sono divorziati e fui affidata a lei)? Il che sarebbe giusto visto che non sarebbero di certo mia nonna e mio fratello ad aiutarmi con gli studi ma appunto ...

Identificazione nucleo familiare ai fini ISEE per Università - Padre naturale non convivente che versa assegno periodico di mantenimento per il figlio studente
Ai fini del calcolo ISEE per le tasse universitarie mi è di fondamentale importanza individuare il mio nucleo familiare: i miei genitori non sono mai stati sposati, vivono in case e comuni diversi e mio padre (io vivo con mia madre) ha avuto circa 3 anni fa una figlia dalla sua nuova compagna (anche loro non sposati) e mMio padre mi ha riconosciuto e per decisione del giudice versa ogni mese 350€ per il mio mantenimento; ha il diritto di frequentarmi con cadenza bisettimanale. Alla luce di questi dati, mio padre fa parte del mio nucleo familiare? ...

Dove mi trovo?