Ipoteca immobile di un coerede venuta fuori quando l’acquirente aveva effettuato lavori di ristrutturazione e stipulato un mutuo

Con i miei due fratelli abbiamo ereditato un alloggio, a pochi giorni dall’atto di compravendita il notaio della banca mutuante avvisa l’acquirente che l’alloggio è ipotecato a causa di un debito di un mio fratello con una banca, l’acquirente nel frattempo ha già eseguito dei lavori e stipulato un mutuo, come o cosa possiamo fare noi non debitori per togliere l’ipoteca?

A questo punto, per uscire dal pasticcio che potrebbe costare ai tre coeredi anche una citazione in tribunale per risarcimento danni, qualora il compratore riuscisse a dimostrare che il prezzo di acquisto era stato concordato per l’immobile privo di vincoli ipotecari, i due coeredi non debitori possono pagare il debito del coerede debitore oppure concordare con l’acquirente la vendita dell’immobile all’importo precedentemente concordato, ma al netto del debito garantito da ipoteca.

E’ ovvio che al coerede debitore verrà assegnata una quota del ricavato dalla vendita dell’immobile calcolata sul prezzo iniziale d’acquisto e poi diminuita dell’importo a debito, e, qualora non vi fosse capienza, il debito residuo, non compensato dall’assegnazione del ricavato dalla vendita dell’immobile, resterà una questione interna da regolare fra i coeredi.

L’alternativa è chiedere lo scioglimento giudiziale della comunione: l’ipoteca iscritta resterà esclusivamente a carico della quota assegnata al coerede debitore, ma una tale soluzione complicherà, sicuramente, una possibile alienazione dell’immobile.

L’ipoteca iscritta sulla frazione ideale (o astratta) del partecipante debitore alla comunione (tipicamente quella ereditaria), infatti, produce effetto rispetto, esclusivamente, a quei beni o a quella porzione di beni che a lui verranno assegnati nella divisione (articolo 2825 del codice civile).

18 Maggio 2019 · Piero Ciottoli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Ho stipulato mutuo con melior banca nell'agosto 2005
Ho stipulato mutuo con melior banca nell'agosto 2005, sto pagando regolarmente le rate stabilite. In caso di fallimento della suddetta, cosa succederebbe? Commento di antonella | Mercoledì, 8 Ottobre 2008 Adesso incominciamo a tifare per i fallimenti delle banche? Non sarebbe in assoluto male se qualcuna finisse a gambe all'aria. Sicuramente si farebbe un pò di pulizia. Purtroppo per i debitori, però, i debiti passerebbero alla banca che compra quella fallita. Commento di karalis | Mercoledì, 8 Ottobre 2008 Per porre una domanda sul contratto di mutuo in generale, sulle tipologie di mutuo, sulle normative vigenti in tema di mutuo ...

Mutuo con a garanzia un immobile di mia madre ed altri debiti
Ho un mutuo su un immobile a me intestato: come garante mia madre ha messo a disposizione un suo appartamento. Nel caso debitori terzi (diversi dalla banca con cui ho stipulato il mutuo) dovessero rivalersi su di me, potrebbero pignorare anche l'immobile di mia mamma o essendo debitori che non c'entrano con la banca, l'appartamento di mia madre non verrebbe toccato? ...

Mutuo ipotecario stipulato per acquisto e ristrutturazione dell'abitazione principale
L'Amministrazione finanziaria con la risoluzione n. 147/E del 22/12/2006 ha precisato che per fruire della detrazione degli interessi passivi dovuti in relazione a mutui ipotecari contratti per l'acquisto dell'unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, se la motivazione non è contenuta nel contratto di compravendita dell'immobile ovvero nel contratto di mutuo e qualora la banca mutuante non sia in grado di rilasciare una espressa dichiarazione in cui sia attestata la motivazione del mutuo, il contribuente potrà ricorrere alla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà effettuata ai sensi dell'art. 47 del DPR n. 445/2000 (consentendo al CAF di riconoscere la detrazione ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ipoteca immobile di un coerede venuta fuori quando l’acquirente aveva effettuato lavori di ristrutturazione e stipulato un mutuo