Debito banca e Equitalia

Il soggetto A ha un debito con la banca di 200 mila euro a fronte del quale è stato iscritta ipoteca per 400 mila euro su immobile: ci sono anche 100 mila euro di debito con Equitalia che non ha ancora intrapreso azioni esecutive.

La banca si accontenterebbe di 120.000 in contanti. Per evitare l'attacco successivo di equitalia potremmo far lasciare l'ipoteca di primo grado dalla banca con l'accordo scritto che mai procederà ad azioni esecutive, essendo transato il debito?

Equitalia non sarebbe invogliata ad iscrivere ipoteca di secondo grado e a chiedere la vendita credo. Chiedo conferma. Grazie

Ammesso che l'ipoteca possa essere mantenuta per accordo fra le parti (la legge 40/2007 prevede che la ipoteca venga cancellata, d'ufficio, senza alcun onere per il debitore, a seguito di “comunicazione” della banca alla Conservatoria dei Registri Immobiliari) non credo che ciò possa essere ostativo per eventuali azioni esecutive esattoriali.

Equitalia può ottenere informazioni sul debito residuo e quindi comunque iscrivere ipoteca e procedere all'espropriazione.

Ciò può accadere indipendentemente dall'estinzione del mutuo. Infatti, anche continuando con il piano di rimborso rateale, l'ipoteca secondaria può essere una soluzione per il creditore, considerando che con il passare del tempo il debito residuo diminuisce e si crea capienza utile per un eventuale azione esecutiva che soddisfi sia il primo creditore (la banca) che quello procedente (Equitalia).

Se il creditore non ha fretta di realizzare (ed Equitalia non ne ha) il debitore, con il rimborso mensile delle rate, non fa altro che lavorare contro se stesso.

20 gennaio 2012 · Paolo Rastelli

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cartella esattoriale non pagata - avvisi e solleciti al debitore
Il debitore viene informato in anticipo, con opportune comunicazioni, in merito a ogni azione che Equitalia per legge dovrà compiere per recuperare quanto dovuto. Il sollecito, spedito per posta semplice, è una sorta di ‘promemorià che viene inviato a chi ha un debito fino a 10 mila euro con l'invito ...
Equitalia » Avvisi e solleciti
Il debitore contribuente viene informato in anticipo, con opportune comunicazioni, in merito a ogni azione che Equitalia per legge dovrà compiere per recuperare quanto dovuto. Il sollecito Il sollecito, spedito per posta semplice, è una sorta di promemoria che viene inviato a chi ha un debito fino a 10.000 euro ...
Il pignoramento esattoriale - le procedure esecutive che possono essere attivate da Equitalia
Il sollecito, spedito per posta semplice, è una sorta di promemoria che viene inviato a chi ha un debito fino a 10 mila euro con l'invito a mettersi in regola con i pagamenti. Per i debiti fino a mille euro non si procede alle azioni cautelari ed esecutive prima di ...
Equitalia: pignoramento immobiliare ed ipoteca sulla casa » Limiti analogie e differenze
Pignoramento immobiliare ed iscrizione di ipoteca da parte di Equitalia: quali sono i limiti? E le differenze? Scopriamolo nel prosieguo dell'articolo. Per cominciare, va detto che i due concetti sono completamente differenti: l'ipoteca è una cosa completamente diversa dal pignoramento immobiliare e l'una non comporta, ne esclude, per forza l'altro. ...
Equitalia » Dopo la fine della sanatoria ecco la guida alla riscossione
Come abbiamo accennato in precedenti interventi, è giunta al termine la tanto amata sanatoria delle cartelle esattoriali di Equitalia prevista dalla legge di stabilità 2014. Grazie alla mini sanatoria, è stato permesso a migliaia di contribuenti debitori, circa 145.000, di pagare in un'unica soluzione il proprio debito con Equitalia escludendo, ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca