Iphone e obsolescenza programmata - Sostituzione batteria a prezzi scontati fino al 31 Ottobre 2018

Sto seguendo lo scandalo dell'obsolescenza progammata attuata da Apple, che ha sviluppato aggiornamenti software apposta per rallentare gli smartphone e far acquistare quelli nuovi: io ho un iphone 6 ma non mollo, anche se il dispositivo è parecchio lento.

Come posso fare per farlo tornare su standard discreti, togliendogli la soddisfazione di comprarne un altro?

Prima della multa milionaria dell'Antitrust, che ha appurato le pratiche di obsolescenza programmata messe in campo da Apple e Samsung, il caso era già parzialmente stato portato alla luce dal Guardian, a dicembre del 2017, che con un articolo aveva evidenziato come, all'aggiornarsi del sistema operativo sui modelli di iPhone più vecchi, corrispondeva un rallentamento nelle prestazioni del dispositivo.

Apple, in un primo momento, aveva ammesso il rallentamento, spiegando, però, che poteva anche trattarsi di un problema di batterie usurate, che non riuscivano a reggere il nuovo aggiornamento.

Così, per dimostrare di essere bene intenzionata era corsa ai ripari, facendo partire, il 2 gennaio 2018, un programma speciale di sostituzione delle batteria a prezzi molto ribassati.

Per chi, come lei, ancora non ne avesse approfittato, è rimasto tempo sufficiente per accedere alla sostituzione della batteria degli iPhone a prezzo scontato.

Il 31 dicembre scadrà infatti il termine per cambiare l'accumulatore di energia dello smartphone pagando 29 euro al posto dei classici 49 o 69, un'agevolazione da prendere al volo soprattutto per chi possiede i modelli più vecchi e, presumibilmente, con le batterie più usurate.

Visto che al deteriorarsi della batteria il sistema operativo rallenta, è lecito aspettarsi che il ritorno alla vita dell'accumulatore permetterà a iOS di funzionare più velocemente.

Come dice Apple stessa, quando una batteria che presenta un invecchiamento chimico viene sostituita con una nuova, e il telefono è utilizzato in condizioni standard, le prestazioni di iPhone tornano normali.

Insomma, il vecchio telefono non diventerà certo un leone ma farà il massimo che potrà

La sostituzione riguarda parecchi modelli, anche i più vecchi.

Si parte dai telefoni del 2014 fino ad arrivare al penultimo uscito.

Ci sono quindi iPhone 6, 6 Plus, 6S e 6S Plus.

Si passa poi a iPhone SE, iPhone 7 e 7 Plus, iPhone 8 e 8 Plus e da ultimo anche l'iPhone X.

Apple garantisce un funzionamento della batteria fino all'80 per cento della capacità originale per 500 cicli di ricarica completi.

Nel primo anno di utilizzo, in garanzia, la sostituzione è gratuita.

Ora, al costo di 29 euro, sostituisce le batterie con una percentuale pari o inferiore a quella.

Per capire come sta il nostro accumulatore facciamo un test della batteria.

Accediamo alle impostazioni del telefono scegliendo l'icona "Impostazioni", quella grigia con la rotella.

Poi andiamo verso il basso e scegliamo la voce "Batteria" e quindi "Stato batteria".

Qui il dato che ci interessa è la "Capacità massima".

Se è pari o inferiore all'80% possiamo accedere al programma.

Una volta appurato che possiamo accedere al programma, passiamo alla fase operativa.

Abbiamo tre metodi per richiedere la sostituzione.

Il più diretto e veloce è recarsi di persona all'Apple Store con il telefono.

In alternativa è possibile avviare una richiesta di sostituzione tramite questo link.

Infine, è possibile chiamare il servizio clienti Apple al numero 800.915.904.

Volendo si può anche prenotare il ritiro a casa al costo aggiuntivo di 12,20 euro.

Ricordiamo che il termine per la sostituzione scontata è il 31 dicembre 2018.

25 ottobre 2018 · Patrizio Oliva

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - obsolescenza pianificata
tutela consumatore - telefonia internet social e pay tv

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca