Intimazione di pagamento entro 5 giorni per tassa automobilistica non versata – Non si tratta di un termine troppo esiguo?

Ho ricevuto oggi mediante deposito nella casa comunale una intimazione di pagamento dalla Agenzie delle entrate-riscossione riguardo un atto del 2016. Nell’atto sono indicati i periodi di bollo non pagati.

Le annualità sono pero’ del 2010, 2011 e 2012.Sono prescritti se la cartella e’ stata notificata il 23 08 2016?

Inoltre il limite che m’impongono è di soli 5 gg dalla ricezione del presente atto, ma e’ davvero così?
E se non ho la possibilita’ di pagare entro un tempo cosi’ breve?

La decadenza per la notifica della cartella esattoriale contenente la pretesa della Pubblica Amministrazione (PA) relativa all’omesso o insufficiente versamento della tassa automobilistica è triennale: in pratica, la notifica deve essere effettuata, a pena di decadenza, entro il 31 dicembre del terzo anno successivo a quello in cui la tassa automobilistica avrebbe dovuto essere versata.

In pratica, cioè, l’azione dell’Amministrazione finanziaria per il recupero delle tasse dovute per effetto dell’iscrizione di veicoli nei pubblici registri (tassa automobilistica o bollo auto) si prescrive con il decorso del terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento.

Ora, come sappiamo, per i proprietari di veicoli con potenza minima 36 KW, le scadenze possono cadere il 30 aprile, il 31 agosto e il 31 dicembre. Se la scadenza è al 31 dicembre, per esempio, l’ultimo giorno utile per il pagamento (senza sanzioni) è il 31 gennaio.

Questo per dire che, se la scadenza della tassa automobilistica relativa all’anno 2012 cadeva il 31 dicembre (e quindi il bollo auto poteva essere versato entro il 31 gennaio 2013), il concessionario della riscossione coattiva della PA creditrice avrebbe potuto notificarle la cartella esattoriale entro il 31 dicembre 2016.

Per quanto attiene le tasse automobilistiche relative alle annualità 2010 e 2011 bisogna tener conto che la PA creditrice potrebbe averle anche inviato, entro il primo triennio, un avviso di accertamento (notificato correttamente per compiuta giacenza) nel qual caso i termini triennali di decadenza avrebbero ricominciato a decorrere dopo 60 giorni dalla notifica dell’accertamento.

Pertanto, in generale, per eccepire la prescrizione della cartella esattoriale originata dal mancato o insufficiente versamento della tassa automobilistica (ma anche per altri tributi) è innanzitutto necessario effettuare un accesso agli atti presso l’ente creditore (la Regione nella maggioranza dei casi) per acquisire tutta la documentazione relativa alla pratica (in particolare, le relate di notifica di eventuali atti presupposti alla cartella esattoriale, qual è, appunto, l’avviso di accertamento).

Nel suo caso purtroppo, la cartella esattoriale è già stata notificata validamente: lei avrebbe potuto eccepire la prescrizione solo entro 60 giorni dalla notifica (in pratica nel 2016) innanzi alla Commissione Tributaria Provinciale (CTP).

Adesso, ogni eventuale eccezione di decadenza/prescrizione di qualsiasi annualità del triennio 2010/2012 della tassa automobilistica, le è preclusa.

Infine, l’articolo 50 del decreto presidente della repubblica 602/1973 dispone, al comma 2, che se l’espropriazione non e’ iniziata entro un anno dalla notifica della cartella di pagamento, l’espropriazione stessa deve essere preceduta dalla notifica di un avviso che contiene l’intimazione ad adempiere l’obbligo risultante dal ruolo entro cinque giorni.

Insomma, essendo stata la cartella esattoriale trasmessale nel lontano 2016, per poter avviare la riscossione coattiva, l’Agenzia delle Entrate – Riscossione (ADER) è obbligata, per legge, a notificare un avviso di intimazione al pagamento lasciando al debitore solo 5 giorni per un eventuale adempimento.

22 Agosto 2018 · Paolo Rastelli

Vorrei chiederle se ho capito bene: non posso fare più nulla, avrei dovuto ricorrere nel 2016, non facendolo, pur essendo alcuni bolli prescritti, adesso è troppo tardi e devo solo pagare entro 5 giorni. Corretto?

Purtroppo, sì, ha inteso bene: la sintesi è quella da lei metabolizzata: ma noi cerchiamo sempre di chiarire, a chi ci legge e ci interpella, le motivazioni per cui si arriva ad una determinata conclusione.

22 Agosto 2018 · Simone di Saintjust

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Prescrizione esigibilità tassa automobilistica
Il 24 Gennaio 2012 mi è stata recapitata dal postino tramite raccomandata una cartella di pagamento da Equitalia per tassa automobilistica 2005 – 2006 per un importo complessivo di 717,40. Leggendo la cartella si evince che mi è stata notificata dalla Regione Calabria il 6-1-2009 e già qui comincio a pensare che l'esigibilità del bollo 2005 è scaduta. Valutando inoltre che l'eventuale perfezionamento della notifica del bollo 2006 si è perfezionato quando mi è stato notificato (anche questo il 6-1-2009) e valutando che la cartella esattoriale mi è stata notificata dal postino in data 24-1-2012 mi chiedo … anche la ...

Tempi di prescrizione bollo auto - Procedura di riscossione coattiva della Tassa Automobilistica adottata dalla Regione Lombardia
Ho ricevuto a fine Marzo 2019 una cartella inerente 3 bolli non pagati anni 2010 e 2011 (2 auto), mi sono stati inviati gli avvisi di accertamento nell'aprile e dicembre 2013. Da allora più ricevuto nulla sino al ricevimento della cartella che riporta l'iscrizione al ruolo nell'aprile 2016. Ho pensato che i bolli siano ormai prescritti e sia intervenuta anche la decadenza (2 anni dal ruolo senza notifica) invece sto leggendo su alcuni forum che in Lombardia le cose sono diverse: la prescrizione diventa 5 anni dall'avviso di accertamento definitivo e sempre 5 anni per la decadenza della cartella non ...

Cartella Equitalia per bollo auto intestato a deceduto disabile - Ma il disabile non è esente dal pagamento della tassa automobilistica?
Chiedo lumi circa una situazione un po' ingarbugliata: nel 2011 mio padre viene ritenuto invalido al 100% con accompagnatoria, non so poi se abbia fatto richiesta o meno per non pagare il bollo auto in quanto esente. Fatto sta che nel 2012 muore e ora Equitalia invia agli eredi (io, mia sorella, mia mamma) una cartella di pagamento per il suddetto bollo (scadenza 2013, da versare entro maggio 2012). Aggiungo che la pretesa di tale tassa è stata correttamente notificata nel 2015. La domanda è: siamo tenuti noi eredi a fare questo pagamento anche se teoricamente mio padre sarebbe stato ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Intimazione di pagamento entro 5 giorni per tassa automobilistica non versata – Non si tratta di un termine troppo esiguo?