Inps gestione separata

Domanda di Barbara Battistini
15 luglio 2014 at 14:10

Sono titolare di una pensione per raggiunti limiti di età derivante da lavoro dipendente... per circa 10 anni ho lavorato come libera professionista (partita IVA), il commercialista che mi seguiva ha sbagliato una dichiarazione dei redditi 2004 (sparendo dalla circolazione) e sto pagando tramite Equitalia il debito con l'Agenzia delle Entrate con i soliti interessi al limite dell'usura. Nel frattempo ho ricevuto anche gli omessi contributi INPS facenti parte della gestione separata per la quale dovrei percepire una ulteriore pensione al compimento del 65 anno. Se mi rifiutassi di pagare cosa succede? Non è possibile rinunciare alla pensione?

Risposta di Simone di Saintjust
15 luglio 2014 at 14:27

Il contributo alla Gestione Separata è calcolato applicando alla base imponibile le aliquote vigenti nell'anno di riferimento nei limiti del massimale previsto per l'anno stesso ed è obbligatorio.

Purtroppo, non è prevista la possibilità di poter rinunciare alla prestazione previdenziale in cambio dell'esenzione dal pagamento dei contributi.

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del forum iscriviti al feed RSS delle discussioni del forum

Altre discussioni simili nel forum - cliccare sul link dell'argomento di interesse

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Soci di imprese che operano nel settore del commercio, terziario e turismo - Quando ricorre l'obbligo di iscrizione alla gestione separata INPS
Pensione » Vi presentiamo la famosa busta arancione dell'Inps: ecco cosa vi dice (e non)
Contributi INPS da versare nel caso in cui si eserciti nella stessa impresa attività di amministratore e di socio lavoratore
Contributi silenti inps » Cosa sono e come recuperarli: la guida definitiva
Trattenute sulla pensione per il recupero di pagamenti non dovuti - L'INPS può prelevare il 20% solo sull'importo che eccede il minimo vitale

Briciole di pane




Cerca