Ingiunzione di pagamento rivolta a una società chiusa


Un’ingiunzione di pagamento recapitata ad una snc chiusa nel 2013 – e non personalmente agli ex soci che dovrebbero rispondere del debito – è valida?

La società non più esistente è ancora legalmente un interlocutore?

Il suo ex rappresentante legale è ancora un legale rappresentante che risponde per la società oppure risponde solo a titolo personale come ex socio?

Potrebbero senz’altro essere, eventualmente, eccepiti vizi di notifica dell’ingiunzione se la notifica alla sede legale della società chiusa preclude la conoscenza dell’atto alle persone patrimonialmente responsabili dell’esposizione debitoria sociale, anche in tema di interruzione dei termini di prescrizione del credito ingiunto: tuttavia, nel proseguo dell’esposizione del quesito sembra emergere la non conoscenza di quanto disposto dall’articolo 2291 del codice civile e che cioè, nella società in nome collettivo, tutti i soci rispondono solidalmente e illimitatamente per le obbligazioni sociali.

Peraltro, dal momento che la società in nome collettivo è stata chiusa, nemmeno potrebbe essere eccepita la questione di notifica dell’ingiunzione al soggetto in qualità di socio o a titolo personale, perchè l’unica eccezione in tema di legittimazione passiva che potrebbe essere sollevata sotto questo aspetto, sarebbe quella (per il socio) di poter far valere in sede esecutiva il beneficio della preventiva escussione del patrimonio sociale, che, evidentemente, non esiste più (Corte di cassazione, sentenza 8956/2006).

14 Febbraio 2019 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ingiunzione di pagamento rivolta a una società chiusa