Assegni e clausola non trasferibile - Dopo quanto tempo arriva la sanzione per i trasgressori?

Vorrei sapere quando è entrata in vigore la legge che impone l'obbligo della dicitura non trasferibile" per gli assegni superiori a mille euro e dopo quanto tempo arriva la sanzione per i trasgressori.

La norma in questione (articolo 49 del decreto legislativo 231/2007) è entrata in vigore Il 29 Dicembre 2007.

Il comma 4 dispone che I moduli di assegni bancari e postali sono rilasciati dalle banche e da Poste Italiane muniti della clausola di non trasferibilità. Il cliente può richiedere, per iscritto, il rilascio di moduli di assegni bancari e postali in forma libera.

Mentre il comma 5 stabilisce che Gli assegni bancari e postali emessi per importi pari o superiori a mille euro devono recare l'indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità.

L'articolo 63 del medesimo decreto legislativo sancisce che, per la violazione della disposizione di cui all'articolo 49, comma 5 si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 3 mila euro a 50 mila euro.

Trattandosi di una sanzione amministrativa, la Pubblica Amministrazione ha 5 anni di tempo per contestare la violazione.

1 febbraio 2018 · Carla Benvenuto

Condividi il post su Facebook e/o Twitter - Iscriviti alla mailng list e ai feed di indebitati.it


condividi su FB condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

   Seguici su Facebook

Altre discussioni simili nel forum

assegno bancario e postale
norme antiriciclaggio
sanzione per assegno privo clausola non trasferibile

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Spunti di discussione dal forum

Dove mi trovo?

Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca