Ho rinunciato all’eredità – Come ottenere estratto conto di mio padre defunto per consigliare sul da farsi le mie figlie minori

Alla morte di mio padre ho rinunciato all’ eredità, ora dovrò farlo per mie figlie minori, avrei quindi bisogno di essere a conoscenza della situazione del conto cc intestato a mio padre: la domanda è se con l’ atto sostitutivo notorio dove si evincono i chiamati all’eredità, uno di questi sarei io, posso richiedere alla posta la dichiarazione (ricordo che ho fatto la rinuncia) senza cadere nella accettazione tacita?

Non è un problema che si pone adesso, quello di conoscere la consistenza patrimoniale del conto corrente del genitore defunto: l’articolo 471 del codice civile stabilisce, infatti, che non si possono accettare le eredità devolute ai minori, se non col beneficio d’inventario.

E, comunque, l’articolo 321 del codice civile, spiega che in tutti i casi in cui i genitori congiuntamente, o quello di essi che esercita in via esclusiva la responsabilità genitoriale, non possono o non vogliono compiere uno o più atti di interesse del figlio, eccedente l’ordinaria amministrazione (accettazione o rinuncia dell’eredità, nella fattispecie), il giudice, su richiesta del figlio stesso, o di uno dei parenti che vi abbia interesse, e sentiti i genitori, può nominare al figlio un curatore speciale autorizzandolo al compimento di tali atti, come ad esempio, impedire che fino alla maggiore età il conto corrente del de cuius non finisca fra quelli dormienti e nel caso richiederne la restituzione a CONSAP a favore delle figlie minori che hanno dovuto accettare con beneficio di inventario.

Il codice civile con l’articolo 489, peraltro, accorda un ulteriore vantaggio al minore prevedendo che, anche laddove non abbia in precedenza provveduto a redigere l’inventario, possa comunque predisporre tale atto nel termine di un anno dal raggiungimento della maggiore età, conservando quindi gli effetti e i vantaggi del beneficio ed evitando di diventare erede puro e semplice (senza beneficio di inventario). Dunque, al tempo, le sue figlie potranno fare richiesta dell’estratto conto del nonno defunto in qualità di eredi accettanti con beneficio di inventario.

11 Febbraio 2019 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Costituisce motivo di accettazione tacita dell'eredità un bonifico da me disposto dal conto corrente cointestato con il defunto padre ad un conto corrente intestato solo a me?
Mio padre è deceduto alle ore 21 nel mese di dicembre e durante la notte ho fatto un bonifico, dal suo conto cointestato con me, sul mio conto corrente per dar fronte alle spese del funerale. Volevo sapere se avendo fatto il bonifico ho accettato automaticamente l'eredità oppure posso ancora accettare l'eredità con inventario o rinunciare. ...

Ritirare una raccomandata indirizzata al defunto, dichiarandosi erede, viene considerata come accettazione tacita dell'eredità?
In questi giorni mi è capitato di ritirare una raccomandata avente destinatario mio padre (defunto). Al momento del ritiro, il dipendente delle poste mi ha fatto compilare una dichiarazione sostitutiva (o atto notorio adesso non ricordo il nome preciso) dove si dichiarava che io, in qualità di erede, ritiravo la raccomandata avente destinatario il defunto. Ritirando quindi la raccomandata si è avverata o meno un accettazione tacita? Vi informo anche che ho fatto la rinuncia all'eredità da quasi un anno. ...

Presentare la dichiarazione dei redditi per conto del defunto comporta accettazione tacita dell'eredità
Il diritto di accettare l'eredità si prescrive in dieci anni e il termine decorre dal giorno dell'apertura della successione. Tuttavia, i chiamati che hanno rinunciato all'eredità possono sempre accettarla, anche tacitamente, se non è già stata acquistata da altri chiamati e senza pregiudizio per i diritti acquisiti da terzi sui beni dell'eredità. Si ha accettazione tacita dell'eredità quando il chiamato all'eredità compie un atto che presuppone necessariamente la sua volontà di accettare e che non avrebbe il diritto di fare se non nella qualità di erede. Questi i principi richiamati dai giudici della Corte di cassazione nella sentenza 6070/12. Pertanto, ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ho rinunciato all’eredità – Come ottenere estratto conto di mio padre defunto per consigliare sul da farsi le mie figlie minori