Info su contratti di mutuo fondiario ipotecario per liquidità

Sono un operaio a contratto indeterminato, con 1050 euro di stipendio. Secondo i vostri consigli cito testualmente "Solo per i contratti di mutuo ipotecario la legge, accordi di categoria o misure unilaterali, regolano, a fronte del verificarsi di particolari condizioni, la sospensione o la riduzione delle rate".

Premesso questo chiedo: ho un mutuo fondiario con la banca per 110000 euro legato al tasso variabile euribor a rata costante, pago 490 euro al mese, attualmente trovandomi in condizione di sovraindebitamento (anche con altre finanziarie) a cui ho sospeso i pagamenti in attesa del pignoramento del 1/5, come posso fare per richiedere alla mia banca di rivedere al ribasso le mie rate mensili? Si può fare? E come?

Entro il 31 luglio 2012 è possibile la presentazione delle domande per la sospensione del pagamento delle rate del mutuo.

Gli eventi in base ai quali può essere chiesta la sospensione devono verificarsi entro il 30 giugno 2012.

Questo è quanto stabilito dal nuovo Accordo firmato dall'Associazione bancaria italiana e 13 Associazioni dei Consumatori.

Le parti firmatarie hanno concordato che:

  1.  l'arco temporale entro il quale si devono verificare gli eventi che determinano l'avvio della sospensione è prorogato al 30 giugno 2012;
  2.  le domande possono essere presentate entro il 31 luglio 2012;
  3.  sulla base delle disposizioni di vigilanza per le banche, per l'accesso alla misura di sospensione, l'arco temporale per la definizione di ritardo nel pagamento delle rate è rimodulata a 90 giorni;
  4.  alla sospensione delle rate dei mutui potranno essere ammesse soltanto le operazioni che non ne abbiano già fruito.

26 maggio 2012 · Roberto Petrella

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ipoteca
pignoramento stipendio

Approfondimenti e integrazioni dal blog

EURIBOR IRS e SPREAD per il mutuo
EURIBOR è l'acronimo di EURo Inter Bank Offered Rate. Si tratta cioè del tasso interbancario di offerta in euro. IRS è l'acronimo di Interest Rate Swap. SPREAD è letteralmente lo scarto o il margine. Il TASSO VARIABILE, è ancorato all'indice EURIBOR ed è soggetto a variazioni; quindi può, a seconda ...
Piano di ammortamento del mutuo alla francese con tasso variabile
Il piano di ammortamento alla francese con tasso variabile è un piano di ammortamento che prevede una estinzione graduale del debito con rate in cui la quota capitale può essere gestita secondo le due modalità di seguito descritte: ricalcolando ad ogni variazione del tasso il piano d'ammortamento. In questo caso ...
Mutuo a tasso variabile
Il mutuo a tasso variabile è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente e definite nel contratto sottoscritto tra le parti. Il mutuo ...
Mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile (affitto o soffietto) – aspetti positivi e negativi
Il mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile rata costante e durata variabile consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente ...
Mutuo a tasso variabile e rata crescente
Il mutuo a tasso variabile e rata crescente è un contratto di prestito. Il mutuo a tasso variabile e rata crescente consiste nel trasferimento di una somma di denaro da un soggetto “mutuante” ad un soggetto “mutuatario” che si impegna a restituirlo secondo modalità concordate, dettagliatamente definite nel contratto sottoscritto ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca