Prestito da parente concordato senza scrittura contrattuale – Cosa accade se smetto di pagare?


Cinque anni fa un parente tramite sua cessione del quinto ci ha prestato dei soldi per estinguere noi dei debiti: fino ad oggi la rata mensile concordata è stata sempre rimborsata ma adesso avendo perso il lavoro siamo in difficoltà e non so per quanto possiamo ancora pagarlo.
Considerando che a noi lui ci deve circa 10 mila euro ma in entrambi i casi non abbiamo fatto nessun accordo scritto, a cosa andiamo incontro se smetto di pagarlo?

Il mancato rimborso del prestito non potrà avere conseguenze giudiziali immediate (decreto ingiuntivo) se il creditore non è in grado di esibire l’obbligazione sottoscritta del debitore e se il trasferimento di denaro è avvenuto per contanti.

Tuttavia il creditore potrebbe, se il denaro è stato trasferito con bonifico bancario o postale, accompagnato da causale esplicita, impiantare una causa di cognizione ordinaria per dimostrare, anche attraverso prove testimoniali, la sussistenza dell’obbligazione e che, anche se solo verbalmente, erano state concordate dettagliate condizioni di rimborso a cui il debitore si è dimostrato inadempiente.

17 Gennaio 2019 · Roberto Petrella



Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prestito da parente concordato senza scrittura contrattuale – Cosa accade se smetto di pagare?