Incapacità naturale senza tutore e dichiarazione dei redditti

Un incapace naturale senza ancora un amministratore di sostegno deve fare la dichiarazione dei redditi e se non dovesse presentarla?

Se l’incapacità naturale è transitoria il contribuente potrà rimediare personalmente all’omessa dichiarazione dei redditi con gli strumenti fiscali disponibili, come il ravvedimento operoso, se ne ricorrono le condizioni ovvero entro il termine di 90 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione. Se l’incapacità naturale, non è transitoria dovrà provvedere al ravvedimento operoso, appena possibile, l’amministratore di sostegno, sempre entro 90 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione.

Qualora, in seguito ad accertamento fiscale, il contribuente volesse evitare le sanzioni conseguenti all’omissione della dichiarazione dei redditi, facendo valere il proprio stato di incapacità naturale e di assenza di un amministratore di sostegno come fatti impeditivi alla presentazione della dichiarazione dei redditi o al successivo ravvedimento operoso effettuato entro i termini di legge, dovrà adire la Commissione Tributaria Provinciale.

Insomma, non esiste una sorta di franchigia automatica, correlata all’incapacità naturale del contribuente, rispetto alla eventuale violazione degli obblighi tributari e alle sanzioni conseguenti.

26 Febbraio 2019 · Andrea Ricciardi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Incapacità naturale senza tutore e dichiarazione dei redditti
Se l'incapacità naturale è transitoria il contribuente potrà rimediare personalmente all'omessa dichiarazione dei redditi con gli strumenti fiscali disponibili, come il ravvedimento operoso, se ne ricorrono le condizioni ovvero entro il termine di 90 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione. Se l'incapacità naturale, non è transitoria dovrà provvedere al ravvedimento operoso, appena possibile, l'amministratore di sostegno, sempre entro 90 giorni dalla scadenza dei termini di presentazione. Qualora, in seguito ad accertamento fiscale, il contribuente volesse evitare le sanzioni conseguenti all'omissione della dichiarazione dei redditi, facendo valere il proprio stato di incapacità naturale e di assenza di un amministratore di ...

Dubbio sulla presentazione della dichiarazione dei redditi per lavoratore domestico pensionato
Volevo sapere se sono obbligato presentare la dichiarazione dei redditi in quanto sono titolare di pensione di vecchiaia ed inoltre sono un lavoratore domestico (giardiniere) quindi ho la certificazione dei redditi rilasciata dal privato, datore di lavoro. Il compenso che ho percepito sta sotto gli 8.000,00 euro annui quindi è inferiore alla soglia per l'obbligo alla presentazione della dichiarazione dei Redditi. Devo comunque presentarla per fare il cumulo dei redditi pensione più lavoro domestico? ...

Presentazione di una dichiarazione dei redditi dopo 90 giorni dalla scadenza del termine ordinario (dichiarazione omessa) - Quali sanzioni?
Mio figlio l'anno scorso non ha presentato la dichiarazione dei redditi da lavoro dipendente (modello 730). Purtroppo ho visto nel sito dell'Agenzia delle Entrate che tale dichiarazione precompilata non è più modificabile. In tale dichiarazione risulta a debito Irpef di circa 1100 euro, mentre nella realtà, facendo i calcoli, risulta a credito di circa 400 euro, questo perchè nel modello precompilato non viene indicato il numero dei giorni in cui ha lavorato, e di conseguenza, non sono state fatte le ritenute da lavoro dipendente spettanti. Mi sono recata all'Agenzia delle entrate per chiedere come si può sanare la situazione, e ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Incapacità naturale senza tutore e dichiarazione dei redditti