IMU per immobile intestato a figli minori

Ho acquistato una casa intestata direttamente ai miei due figli minori ad ottobre 2019: l’attuale residenza dei minori è nell’immobile acquistato, situato in un altro comune, dove risulta abitazione principale.

L’acquisto vale come seconda casa? L’IMU deve essere pagata? Come si calcola?

I genitori esercenti la responsabilità genitoriale hanno in comune l’usufrutto dei beni del figlio minore, fino alla maggiore età: così dispone il primo comma dell’articolo 324 del codice civile. L’usufrutto legale dei genitori è un diritto reale di godimento che ha ad oggetto tutti i beni che fanno parte del patrimonio del minore.

Pertanto al pagamento dell’IMU sono obbligati i genitori del minore, e l’immobile non può essere classificato, ai fini IMU, come abitazione principale.

Per quanto riguarda le modalità di calcolo dell’Imposta Municipale Unica è possibile utilizzare questa risorsa WEB.

13 Dicembre 2019 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il comune non mi ha mai chiesto i dati catastali dell'immobile di residenza.
Premetto che sono residente nell'abitazione in questione dall'anno 2009, di proprietà dei miei genitori: quindi sono comodatario dello stesso. Oggi il comune mi notifica di non avere comunicato i dati catastali dell'immobile, al quale risulta la mia residenza e la dichiarazione di comodato da parte dei miei genitori. Adesso il comune mi chiede il mancato pagamento della spazzatura di alcuni anni cioè il 2013-2014-2015, però la tassa per questi anni l'ha pagata mio padre. Vorrei sapere se ha ragione il comune o se ho ragione io. ...

Non si perde l'agevolazione fiscale prima casa se si possiede un immobile non idoneo a soddisfare le esigenze abitative della famiglia
L'agevolazione per la cosiddetta prima casa subordina l'applicazione del beneficio all'acquisto di un'unità immobiliare da destinare a propria abitazione nel comune di residenza o (se diverso) ove si svolge la propria attività, al non possesso di altro immobile idoneo ad essere destinato a tale uso e alla dichiarazione formale, posta nell'atto di compravendita, di voler stabilire la residenza nel comune ove è ubicato l'immobile acquistato. Ne consegue che chi abbia il possesso di altra casa valutata non idonea alle esigenze abitative, sia per circostanze di natura oggettiva (es.: inabitabilità) che di natura soggettiva (es.: fabbricato inadeguato per dimensioni o caratteristiche ...

Agevolazioni fiscali prima casa - Posseggo già un garage nello stesso Comune di residenza
La normativa vigente prevede che, per fruire delle agevolazioni prima casa destinata ad abitazione principale l'acquirente debba dichiarare nell'atto di acquisto di non essere titolare esclusivo, o in comunione con il coniuge, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del comune in cui è situato l'immobile da acquistare e, inoltre, di non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale su tutto il territorio nazionale dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge con le ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic IMU per immobile intestato a figli minori