Impossibilità a saldare cartelle Equitalia - Cosa fare e come muovermi

Ho concretamente bisogno di aiuto: ho 45 anni e sono un agente immobiliare titolare di una agenzia immobiliare in provincia di Torino. In questi anni ho accumulato cartelle esattoriali per un complessivo importo di euro 65000.

Il creditore è l'agenzia delle entrate per la quasi totalità dei debiti.

Ho provato più volte a rateizzare ma non sono riuscito nell'intento.

Ho chiamato Equitalia al chè non mi ha dato risposte al problema se non quello di versare qualcosa al mese, ciò che posso, per fare vedere la mia buona volontà.

Ho questa spada di Damocle che mi perseguita: non posso accedere ovvio a nessun credito e sono costretto a dover intestare la macchina a mio suocero per paura di un fermo amministrativo.

C'è qualche ente che può aiutarmi? Qualche soggetto in grado di darmi risposte ed indirizzarmi?

Inutile nascondere la realtà: non c'è nessuno che potrà aiutarla a saldare il debito con Equitalia.

Dovrà convivere con il problema e abituarsi alla spada di Damocle che pende sulla sua testa, adottando tecniche di guerriglia tributaria: conto corrente intestato a fiduciari su cui versare i proventi dell'attività appena accreditati sul conto corrente nominativo, auto intestata ad amici e parenti.

In realtà il fermo amministrativo non potrebbe essere disposto su un veicolo utilizzato per svolgere attività professionale, ma per farsi riconoscere il diritto occorrerebbe sudare le proverbiali sette camicie e versare lauti onorari ai soliti azzeccagarbugli, per cui la scelta migliore è sempre quella di evitare, nella situazione descritta, l'intestazione di qualsiasi bene (non solo l'automobile).

In bocca al lupo!

16 marzo 2016 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

cartella esattoriale riscossione coattiva
cartelle esattoriali Equitalia o ADER

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cosa fare quando non si può pagare – consigli per gestire il sovraindebitamento
Si dimentichi mutui od ulteriori prestiti per consolidamento a Suo nome, le segnalazioni negative in SIC che ha accumulato sono ostative per qualsiasi tipo di accesso al credito, e lo saranno almeno per 36 mesi da quando sarà riuscito a saldare per intero i Suoi debiti. L'unica possibilità potrebbe essere ...
Cartelle esattoriali pazze – ecco cosa fare in caso di errori palesi o prescrizione del debito sotteso
In tutti i casi in cui sulla cartelle esattoriali vi sono errori palesi, come l'errore di persona, l'evidente errore logico o di calcolo, doppia imposizione, mancata considerazione di diritti a riduzioni, etc., è consigliabile tentare di farsi annullare o correggere la cartella (a seconda dei casi) rivolgendosi in modo “amichevole” ...
Cattivi pagatori e schedatura nei SIC – Informazioni da Tribunali e Uffici di Pubblicità Immobiliare
Si tratta di informazioni pubbliche, ossia messe a disposizione di tutti i soggetti interessati dalle fonti stesse da cui provengono (Tribunali e Uffici di Pubblicità Immobiliare - le ex Conservatorie), che riguardano il valore patrimoniale degli immobili posseduti da persone fisiche e giuridiche e permettono di valutare eventuali situazioni di ...
Debiti ed eredità – cosa fare quando un nostro congiunto ci lascia debiti e cartelle esattoriali da pagare
Accade talvolta che, successivamente alla morte di un proprio caro, i parenti ricevano degli avvisi di accertamento o delle cartelle esattoriali relative a debiti del defunto nei confronti dell'erario. A tal proposito può essere utile ricordare preliminarmente che soltanto gli eredi possono essere chiamati a rispondere dei debiti di persone ...
Eredità – cosa fare quando arriva una cartella esattoriale al defunto
Capita spesso che una cartella esattoriale arrivi a un genitore defunto: in questa triste evenienza l'errore più comune dei familiari è di accettare la cartella e di non respingerla facendovi mettere dal postino la dizione "destinatario defunto", possibilmente con l'esibizione di un certificato di morte. Lo stesso bisognerebbe fare se ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca