Immobile avuto in donazione da mia madre 22 anni fa e fratello in vita – Posso rivenderlo senza problemi?

Mia madre 22 anni fa mi ha donato un immobile, nel quale abbiamo vissuto insieme fino alla sua scomparsa, 11 anni orsono.

Mio fratello, unico altro erede, e con il quale non siamo mai stati in buoni rapporti, è emigrato in Germania 25 anni fa: non ha mai eseguito un’opposizione né all’eredità né alla donazione.

Avendo trovato un acquirente, vorrei sapere se ora, volendomi trasferire, posso vendere l’immobile o se lo stesso è ancora a rischio di azioni da parte di mio fratello.

Per cominciare va detto che in occasione dell’acquisto di un immobile e quindi sin dalla stipula del preliminare il promissario acquirente (colui che si impegnerà ad acquistare l’immobile) deve verificare se il venditore (cioè lei) abbia acquisito il bene mediante donazione o se comunque nella “catena” dei trasferimenti che precedono l’acquisto del proprio dante causa sia stata effettuata una donazione.

Se è effettivamente presente una donazione bisogna distinguere se il donante sia ancora vivente o meno.

Nel suo caso, ovviamente no.

Dunque, nel caso il donante (sua madre) sia deceduto da più di 10 anni, secondo l’orientamento prevalente in tema di prescrizione, confermato anche dalle Sezioni Unite della Cassazione, il diritto ad agire in riduzione deve ritenersi prescritto per cui non vi è più alcun rischio né per lei né per il futuro acquirente, perché le azioni di riduzione e restituzione non potranno più essere esercitate.

Inoltre, nel caso siano decorsi più di 20 anni dalla data della donazione, a prescindere dalla circostanza che il donante sia ancora vivente o sia già deceduto, se entro questo termine non si è verificata opposizione da parte del coniuge o di parenti in linea retta, l’azione di restituzione non potrà più essere esercitata e pertanto non c’è più alcun rischio.

Dunque, è chiaro che lei possa vendere liberamente l’immobile.

20 Dicembre 2017 · Gennaro Andele

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Eredità e donazione indiretta per acquisto immobile - Come funziona la ripartizione dell'eredità tenendo conto del valore della donazione?
Desidero porvi un quesito riguardante l'eredità di mia madre, deceduta due mesi fa: i miei genitori, allora mio padre era ancora in vita, nel 1988 mi hanno dato 30 milioni delle vecchie lire per l'acquisto di un immobile il cui costo era di 45 milioni. Con carta privata abbiamo stabilito che quel denaro era un anticipo su una futura eredità. Il tutto è avvenuto con il consenso di mio fratello e delle mie due sorelle. Dopo qualche anno ho venduto l'immobile. Ora che anche mia madre è morta si pone il problema di quella donazione. I miei fratelli sostengono che ...

Mio padre ha lasciato con testamento un immobile a mio fratello ed ai miei due figli - Avrò problemi con i miei creditori?
Tramite testamento olografico mio padre deceduto qualche mese addietro ha disposto che l'immobile di sua proprietà vada diviso tra mio fratello e i miei due figli maggiorenni e attualmente studenti universitari. Tale divisione è stata decisa in quanto ho delle pendenze,circa 40 mila euro con Sicilia Riscossioni relative a contributi INPS non pagati nel contesto di attività di agente di commercio. Questo per evitare che il creditore possa rivalersi sulla quota parte dell'immobile in questione. E' da precisare che l'immobile in questione è dove risiedo con mio fratello. Vorrei sapere: tale soluzione è efficace per evitare qualsiasi aggressione da parte ...

Prescrizione dell'eventuale azione di restituzione degli immobili donati in vita dal de cuius da parte dei legittimari non donatari e collazione degli immobili donati in vita dal de cuius in sede di successione ereditaria
Mio padre ancora vivente, donò nel 2004 alcuni immobili a mia sorella, dopodiché negli anni successivi ha venduto tutto il suo restante patrimonio per saldare i suoi debiti. E quindi a me, secondo figlio (alla sua morte) non rimarrebbe nulla. Ho letto sul vs blog che se trascorrono 20 anni dalla donazione non potrò più chiedere azione di riduzione verso mia sorella. E' vero? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Immobile avuto in donazione da mia madre 22 anni fa e fratello in vita – Posso rivenderlo senza problemi?