Il pignoramento del saldo di conto corrente avviene sul valore del deposito o su quello contabile?

Nello specifico il coniuge che invia un bonifico per un prestito all’altro coniuge con valuta differita (ad esempio bonifico oggi, accredito tra 10 gg) in caso di pignoramento in quell’arco di tempo rischia di vedere pignorata anche la somma disposta, sebbene non ancora accreditata fisicamente sul conto ma solo visibile contabilmente?

Per la successiva trattazione, conviene riferirsi alla banca del disponente come banca D e a quelle del beneficiario, presso cui il debitore intrattiene un rapporto di conto corrente, come banca B.

E’ cruciale il momento in cui, dopo la notifica alla banca B dell’atto di pignoramento da parte del creditore procedente, viene effettivamente disposto il blocco delle operazioni (di accredito e di addebito) relative al conto corrente del debitore.

Esemplificando, possiamo asserire che la procedura di accredito di un bonifico avviene sostanzialmente in tre fasi, non necessariamente sincrone (a meno che le banche D e B coincidano):

  1. ordine di trasferimento di un importo da parte del disponente: appena conclusa la fase di scambio informativo fra le due banche D e B, il beneficiario rileva, ma solo contabilmente, l’accredito;
  2. completamento con esito positivo (buon fine) della fase di compensazione dell’importo trasferito fra la banche D e B;
  3. registrazione dell’importo trasferito come disponibile sul conto corrente del debitore e indisponibile su quello di chi ha effettuato il bonifico.

L’eventuale data di valuta per il beneficiario, indicata dal disponente, è inessenziale nel contesto di cui si discute, risolvendosi, praticamente, nella compensazione (oltre dell’importo accreditato) anche degli interessi eventualmente maturati dal beneficiario nel periodo intercorrente fra la data di valuta indicata dal disponente a quella in cui si perfeziona la fase 2.

Concludendo, solo se la fase 3 è stata portata a termine nel momento in cui la banca B dispone effettivamente il calcolo del saldo esistente sul conto corrente del debitore, quest’ultimo si vedrà pignorata la somma accreditata dal disponente. Insomma, il pignoramento del conto corrente avviene con l’azzeramento del saldo disponibile al correntista debitore sottoposto ad azione esecutiva.

2 Maggio 2017 · Simonetta Folliero

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento non notificato del saldo di conto corrente - Posso rientrare in possesso di quanto indebitamente prelevato?
Mi sono accorto di un pignoramento di 1600 euro sul conto corrente dopo circa sedici mesi. Non ricordo di aver ricevuto notifica giudiziaria e la banca dice che non può dirmi da parte di chi è stato richiesto il pignoramento. Cosa posso fare: contestare l'indebito pignoramento trascorso più di un anno e poter rientrare in possesso della somma pignorata? ...

Pignoramento perpetuo del conto corrente da parte di Agenzia delle Entrate Riscossione
Mi è stato pignorato un conto corrente quasi due anni fa: le somme presenti sono state girate all'Agenzia delle Entrate riscossione entro il termine dei 60 giorni dalla notifica e dopo tre mesi dalla notifica, sul conto è arrivato un bonifico (Preciso che sul conto arrivano somme relative solo a fatture da me emesse, nessun stipendio, affitto, pensione o pagamenti calendarizzati né sono presenti titoli a scadenza). La Banca trattiene la somma pervenuta sostenendo che è anch'essa pignorata. Due mesi dopo tale bonifico ottengo la rateizzazione di una parte del debito e pago la prima rata e, per la rimanente ...

Pignoramento del conto corrente cointestato - Che fine fanno le pensioni accreditate?
Ho ricevuto ingiunzione da una banca creditrice per il pagamento di 49 mila euro entro il 24/08/2017: ho solo conto corrente postale cointestato con il coniuge ed entrambi versiamo nel cc tramite INPS pensioni già gravate alla fonte da cessione del quinto. Quando arriva l'ACCREDITO PENSIONI (coniuge € 525 + mio 1156) cosa può Pignorare la BANCA di detta Somma o dell'IMPORTO presente nel SALDO ? . Ciò AVVIENE SOLO per una Occasione Oppure per QUANTO TEMPO SI PROTRAE QUESTO PIGNORAMENTO?. ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Il pignoramento del saldo di conto corrente avviene sul valore del deposito o su quello contabile?