Il fideiussore di un fido bancario è condebitore e deve pagare il debito?

Sono fideiussore di un fido bancario concesso ad una società srl che è stata liquidata da più di tre anni. Dopo più di 8 anni, dall'ultima comunicazione di richiesta di pagamento del debito da parte della banca effettuata con raccomandata, la banca mi ha recapitato una intimazione di pagamento con raccomandata.

Chiedo se sono condebitore e se il debito è esigibile, inoltre chiedo se la banca avrebbe dovuto agire nei confronti della società durante il periodo di liquidazione.

Se la banca non ha agito nei confronti della società durante tale periodo, sono sempre costretto a pagare?

Naturalmente, è tenuto a saldare il debito se ha prestato fideiussione a favore della srl inadempiente in relazione al fido concesso dalla banca.

Per quanto attiene la prescrizione, il debito è esigibile.

La banca era obbligata ad insinuarsi al passivo se nel contratto di fideiussione con lei stipulato è previsto il beneficio di escussione.

In ogni caso, qualora la banca non avesse agito nei confronti della società debitrice principale, lei potrebbe chiedere solo lo sconto per quanto il creditore non ha introitato dalla liquidazione e, comunque, sarebbe tenuto a rifondere il resto.

13 ottobre 2018 · Simone di Saintjust

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

fideiussione
fideiussione con beneficio di escussione

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Il condebitore solidale che paga al creditore una somma maggiore rispetto alla parte che è obbligato a versare, ha diritto di regresso nei confronti degli altri condebitori anche se non ha corrisposto l'intero
Il condebitore solidale che paga al creditore una somma maggiore rispetto alla parte che è obbligato a versare, ha diritto di regresso nei confronti degli altri condebitori anche se non ha corrisposto l'intero, perché la ratio delle norme è quello di tutelare il depauperamento del suo patrimonio oltre il dovuto ...
Debito solidale e transazione a saldo stralcio di uno dei condebitori
Facciamo l'esempio di un credito verso tre condebitori solidali, d'importo pari a 90, e ipotizziamo che la transazione a saldo stralcio sulla quota di uno dei debitori abbia determinato il pagamento di 20. La domanda: gli altri due condebitore restano obbligati per una cifra pari a 70? Non è così, ...
Costituzione di un fondo patrimoniale » La banca può esercitare azione revocatoria verso il fideiussore anche se non è ancora maturato un debito certo
L'istituto di credito può esercitare azione revocatoria ed annullare la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore di società. Inutile la costituzione del fondo patrimoniale da parte del fideiussore: l'istituto di credito può esercitare l'azione revocatoria contro il fondo e aggredire gli immobili che vi sono stati inseriti, poiché ...
Assegno circolare girato da soggetto dichiarato fallito - La banca emittente deve pagare
La Banca A emette assegno circolare trasferibile (dunque di importo facciale minore di mille euro) all'ordine di B. L'assegno circolare viene trasferito da B a C. C presenta all'incasso l'assegno circolare giratogli da B, ma la banca A rifiuta di pagarlo perché emerge la circostanza che, al momento della richiesta ...
Fideiussione personale prestata in favore di una società - Non si estingue se varia il rapporto fra fideiussore e debitrice principale
Il fideiussore non può sottrarsi all'obbligo di garanzia prestata a favore del debitore principale, anche se questi è una società a responsabilità limitata dalla cui compagine sociale egli è successivamente uscito dopo la sottoscrizione del contratto di garanzia e/o anche se la società personale da lui garantita si è successivamente ...

Dove mi trovo?



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Altre Info

Cerca