Il contante ai fini isee 2 parte

Con riferimento all'ultima risposta alla mia domanda riguardante i soldi non depositati sul cc preciso che il pagamento di un prestico che vorrei estinguere non è rivolto ad una finanziaria bensì a degli amici che l'anno scorso, in un momento davvero difficile, mi hanno aiutato economicamente e vorrei ora sdebitarmi in quanto la somma si aggira intorno a qualche migliaio di euro e andrebbe divisa a diverse persone.

Per questo motivo le chiedo se effettuando un bonifico da cc di mio padre che abita a roma su altro cc sempre a me intestato (che abito in un'altra regione del Nord) la somma che mio padre verserebbe dovrà dichiararla ai fini isee.

Nel particolare visto che il bonifico, per motivi di accredito, dovrebbe essere effettuato non prima del 26 12 ca e visto che la somma andrebbe immediatamente detratta dal cc di mio padre al quale non figurerebbe più l'importo versato con bonifico al 31 12 2011 dovrà ugualmente dichiararla ai fini del suo isee?

Stessa domanda per quanto mi riguarda: visto che il bonifico effettuato da mio padre a mio nome non mi verrebbe accreditato prima di tre giorni lavorativi e quindi non prima del 1 1 2012 anche sul mio cc al 31 12 2011 non risulterebbe tale somma.

Ci troveremmo nella situazione che mio padre effettuato il bonifico sivedrà detratta la somma dal suo cc immediatamente e al 31 12 non le risulterebbe più trale somma, mentre la stessa somma risulterebbe accreditata sul mio cc non prima del 1 1 2012 e quindi anche a me non risulterebbe tale somma al 31 12 2011.

Chi deve dichiarare tale somma quale bene mobiliare ai fini isee visto che nessuno dei due ne è in possesso al 21 12 2011?

Io non so come comportarmi. A mio avviso io non dovrei dichiarare tale somma in quanto non mi risulta alla data stabilita tantomeno mio padre n quanto anche a lui non risulterebbe la somma versata.

La prego di sciolgere questo nodo, se possibile, perchè non so proprio che pesci pigliare e non ritrovarmi in probremi fiscali in caso di controllo.

E' noto che ormai tutte le banche danno la possibilità, utilizzando la propria piattaforma online, di produrre a casa, in modo semplice, un estratto conto a data e ore determinate.

Se non ha l'e-banking, ne chieda subito l'attivazione.

Pc e collegamento ad internet li ha sicuramente, visto che scrive spesso nel forum. Ed allora, a mezzanotte ed un minuto del 31 dicembre, dopo aver festeggiato l'inizio del nuovo anno, si collegherà alla sua banca e richiederà on line l'estratto conto. La somma disponibile che verrà fuori è quella che riporterà nella DSU ISEE.

Queste operazioni le potrebbe fare anche a posteriori, fissando l'intervallo per l'estratto conto fra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2011, ma così le viene più facile.

La stessa cosa farà con il conto di suo padre. Fra padre e figlio non c'è segretezza bancaria che tenga. E così saprà anche qual è la cifra da indicare nella DSU ISEE di suo padre.

Scritto questo, dopo aver fatto una ricerca nel forum con chiave "SPY" devo rilevare che lei è afflitto da numerosissimi problemi della natura più varia e disparata, che, peraltro le capitano con frequenza molto alta.

O lei è davvero sfortunato, oppure le sue domande sono mosse da semplice curiosità e nient'altro.

Finora non abbiamo (ancora) stabilito un numero massimo di domande che un utente con lo stesso nick può porre. Quindi lei è in perfetta regola.

Ma proporrò una modifica al regolamento. Questo solo per dirle che se vedrà i suoi prossimi post cancellati, saprà che la modifica da me proposta è stata recepita nel nostro regolamento.

16 dicembre 2011 · Ornella De Bellis

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

ISEE

Approfondimenti e integrazioni dal blog

schemi ISEE
Per beneficiare delle agevolazioni concesse per gli studi universitari (riduzione tasse di iscrizione, concessione di borse di studio, eccetera) si applica un particolare indicatore Isee modificato, denominato Iseeu, che introduce specifici e più stringenti  criteri  per l'università - così come previsto dall'articolo 5 del decreto della presidenza del Consiglio dei ministri del 9 Aprile 2001 (Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari, ai sensi dell'articolo 4 della legge 390 del 2 dicembre 1991) - al fine di tenere adeguatamente conto dei soggetti che sostengono effettivamente l'onere di mantenimento dello studente e contrastare l'elusione. ...
Pagamento della multa tramite bonifico bancario - I termini da rispettare per fruire dello sconto
Come è noto, per le violazioni per le quali il Codice della strada stabilisce una sanzione amministrativa pecuniaria, ferma restando l'applicazione delle eventuali sanzioni accessorie, il trasgressore è ammesso a pagare, entro sessanta giorni dalla contestazione o dalla notificazione, una somma pari al minimo fissato dalle singole norme. Tale somma ...
L'indennità di accompagnamento corrisposta agli invalidi non può rientrare nel calcolo del reddito ai fini ISEE
Com'è noto, il DPCM 159/13 ha rivisto le modalità per la determinazione ed i campi d'applicazione dell'indicatore della situazione economica equivalente (ISEE). In particolare, le nuove misure hanno incluso, nella definizione di reddito disponibile pure l'indennità di accompagnamento e i trattamenti risarcitori percepiti dai disabili a causa della loro accertata ...
Isee: parte il nuovo modello » Scopriamo quali sono le novità
Riforma Isee: pronto il nuovo modello che si applicherà da Gennaio 2015. Il nuovo ISEE riformato (l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente) partirà dal primo gennaio 2015, per non creare confusione nelle famiglie e facilitare i comuni nel gestire i vari servizi al cittadino, che richiedono la presentazione di questo documento. ...
Errore di accredito in conto corrente da parte di terzi – Il rimborso è a carico del correntista
Nel caso sia un terzo ad accreditare per errore su un conto corrente una somma non dovuta, chi ha ricevuto il versamento non può chiedere alla banca di restituire al disponente la somma erroneamente accreditatagli. Il rimborso deve essere effettuato direttamente dal correntista che ha ricevuto il pagamento, senza che ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca