Hotspot a pagamento con Vodafone? - Arrivano i rimborsi ai consumatori

Sono un cliente Vodafone, unico operatore a far pagare, e nemmeno poco, se si voleva utilizzare il proprio smartphone come Hotspot router: il servizio ora è diventato gratuito, ma avrebbe dovuto esserlo già da tempo addietro.

Vorrei sapere se è previsto un rimborso e come ottenerlo.

La funzione hotspot router, anche nota come Tethering, è disponibile, di solito gratuitamente, su tutti gli smartphone: lo strumento crea di fatto una rete WiFi tra un cellulare e l'altro, che per l'accesso a internet sfrutta i GB del piano dati.

Da sempre Vodafone aveva richiesto l'attivazione di un'opzione o il pagamento di una tariffa forfettaria extra per l'abilitazione della funzione hotspot, mentre gli altri operatori la includevano nei propri piani tariffari.

Pertanto, l'operatore di telefonia mobile aveva ricevuto una diffida dall'AGCOM, che gli imponeva con la delibera 68/18/CONS di eliminare immediatamente i costi aggiuntivi per l'hotspot.

Per adeguarsi alla delibera, già dal 25 Febbraio 2018, tutte le nuove offerte non prevedevano alcun sovrapprezzo per condividere la connessione ad Internet.

Quelle vecchie invece continuavano a presentarlo.

A partire dal 20 Giugno 2018, però, la compagnia olandese aveva azzerato i costi per la funzione hotspot (tethering), per tutte le offerte, incluse quelle antecedenti alla delibera Agcom.

Così, per tutti i clienti ai quali, successivamente al 26 febbraio 2018 e fino al 20 giugno, è stata addebitata la Tariffa base giornaliera internet per il traffico effettuato in tale modalità, Vodafone ha deciso di disporre dei rimborsi.

Le modalità di rimborso saranno comunicate via SMS per i clienti ricaricabile e tramite comunicazione in fattura per quelli abbonamento.

23 luglio 2018 · Giovanni Napoletano

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

tutela consumatore - telefonia internet e pay tv

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Indennizzi minimi per ritardi e disservizi delle compagnie telefoniche
Ho letto da qualche parte che l'AGCOM ha fissato gli indennizzi minimi previsti per eventuali ritardi e disservizi da parte delle "famigerate" compagnie telefoniche. Vorrei sapere, quali sono gli indennizzi previsti dall'Autorità per la definizione delle controversie fra utenti e operatori? L'Autorità può decidere anche sull'eventuale diritto dell'utente ad essere ...
La conciliazione » Ecco come contestare bollette di luce telefono e gas
Per risolvere le controversie relative a ipotetici abusi o discordanze sulle bollette di luce telefono o gas, è possibile, senza dover per forza attivare un giudizio in tribunale promuovere una conciliazione al fine di tentare una soluzione bonaria alla vertenza ed evitare gli ingenti costi di una causa, evitando anche ...
Rimborsi fiscali - Termini di decadenza per la presentazione della domanda
Gli istituti della prescrizione e della decadenza sono posti a presidio del principio, irrinunciabile in ogni ordinamento giuridico, della certezza del diritto e delle situazioni giuridiche. Il termine di decadenza per la presentazione dell'istanza di rimborso, con riferimento ai versamenti in acconto, decorre dal versamento del saldo nel caso in ...
Procedura di conciliazione per le controversie relative alla fornitura di energia elettrica e gas - Obbligatoria da gennaio 2017
Dal gennaio 2017, dopo il reclamo all'operatore, il tentativo di conciliazione presso il Servizio dell'Autorità per le controversie dei clienti di energia elettrica e gas nei confronti delle imprese - che saranno obbligate a prendervi parte - diventa il principale luogo di risoluzione delle problematiche tra le parti. In caso ...
Tasso di interesse nei contratti di prestito - Per il confronto con la soglia di usura vanno escluse solo le spese per imposte e tasse
In base alle Istruzioni della Banca d'Italia per la rilevazione del tasso effettivo globale medio ai sensi della legge sull'usura, ai fini del calcolo del TEG (tasso effettivo globale) devono essere presi in considerazione le commissioni, le remunerazioni a qualsiasi titolo e le spese, escluse quelle per imposte e tasse, ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca